blockchain

Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners advisor legale nella creazione di Hypermast STS

Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners ha assistito Centotrenta Servicing che, con i partner tecnologici IBM e Blockchain Reply del Gruppo Reply, ha creato Hypermast STS, la prima piattaforma volta alla gestione end-to end di operazioni di cartolarizzazione dei crediti basata su tecnologia blockchain (DLT).

Hypermast STS ha l’obiettivo di fornire al mercato finanziario uno strumento sicuro ed affidabile per connettere l’ecosistema di originators, servicers, intermediari, istituti di credito e investitori tale da consentire a tutti gli attori della cartolarizzazione di interagire nelle diverse fasi dell’operazione in modo trasparente, sicuro e tracciabile. In linea con la nuova normativa europea, Hypermast STS (dove l’acronimo sta per Simple, Trasparent and Standard), punta alla semplificazione e alla trasparenza delle operazioni di cartolarizzazioni.
BNP Paribas Securities Services è la banca depositaria e paying agent.
Il team di Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners che ha seguito il complesso progetto è stato guidato dalle socie Emanuela Campari Bernacchi (responsabile del dipartimento di finanza strutturata dello studio), Valentina Lattanzi partner del dipartimento di finanza strutturata e Licia Garotti (responsabile del dipartimento di diritto delle tecnologie, proprietà industriale e intellettuale). Emanuela Campari Bernacchi, Valentina Lattanzi e Licia Garotti sono anche le co-fondatrici della taskforce Fintech, pensata e creata tre anni fa proprio per anticipare le richieste degli operatori di mercato in ambito fintech e poter offrire soluzioni innovative mutuate dalle esperienze internazionali di quei mercati che, lato finanza tecnologica e sviluppo di nuove tecnologie, possono dirsi più maturi.

Lo Studio ELLED – Scordino De Bellis con Realhouse e INVESTI R.E. nella partnership per la prima operazione immobiliare in blockchain

Lo Studio ELLED – Scordino De Bellis è stato advisor legale di Realhouse srl e INVESTI R.E. spa nella partnership per la prima operazione immobiliare italiana in blockchain.

L’operazione immobiliare – la prima compiuta mediante tecnologia blockchain (nello specifico Ethereum) – è stata realizzata attraverso la creazione di un equity token della società Immobiliare Casati Srl, denominato RHC1 e legato al sottostante immobiliare composto da due palazzine site in Roma.

La blockchain è intervenuta in due macro-fasi: la creazione del “passaporto digitale” dell’operazione, dal credito (NPL) originato da banca Unicredit, fino ai dettagli dell’immobile e del veicolo che condurrà l’operazione; la creazione di Equity Token, in favore dei soci, legati by technology a tutte le informazioni precedenti e programmati secondo gli accordi previsti nei patti parasociali.

FGA: Legal blockchain alla prova dei fatti Focus sulle prime implicazioni nel mondo legale

Blockchain per la risoluzione delle controversie, per il passaggio di proprietà immobiliare o per la cessione di quote societarie. Ecco qualche esempio di applicazione operativa della tecnologia DLT (Distribuited ledger technology) nel dominio legale.

 

All’analisi di alcune interessanti case histories, all’approfondimento giuridico delle regolamentazioni della tecnologia Blockchain nel mondo e alle sfide che si stanno presentando per il mercato immobiliare e nel conteso societario, è dedicato il secondo incontro del ciclo di seminari “La Blockchain e il suo impatto nel mercato dei servizi legali”, promosso a Roma il prossimo 25 settembre dallo Studio legale FGA – Ferraro Giove Associati, law firm riconosciuta nel settore della Responsabilità Civile e del Real Estate anche per la capacità di proporre e adottare soluzioni innovative.

 

Il ciclo di seminari interni è stato realizzato con l’intento di approfondire la comprensione delle traiettorie di sviluppo di queste tecnologie, foriere, tra l’altro, di innovative formule di collaborazione multidisciplinare negli studi legali; e di verificare la tenuta degli schemi giuridici tradizionali rispetto agli inediti scenari che si stanno delineando a ritmi sempre più incalzanti.

Con i due incontri, lo Studio Legale FGA Ferraro ha deciso di condurre un’indagine sul fenomeno Blockchain, approfondendo le sue potenzialità ed opportunità di sviluppo con attenzione particolare sull’impatto che il fenomeno sta avendo sul mercato dei servizi legali. Questi appuntamenti rappresentano, inoltre, l’occasione per discutere di nuove competenze e di nuove modalità di svolgimento della professione, nel contesto dei nuovi bisogni dell’impresa 4.0.

 

Dopo un primo incontro dedicato agli aspetti più generali (origine e sviluppo, principi distintivi, glossario, applicazioni e criticità) in questo secondo appuntamento saranno affrontati i temi operativi:

 

  • BLOCKCHAIN & COMPLIANCE (Blockchain e Gdpr, Antiriciclaggio: IV e V direttiva e d.lgs. 231/2007, profili penali)
  • BLOCKCHAIN E NUOVE FORME DI COMPONIMENTO DELLE CONTROVERSIE (Come nasce l’idea di una giustizia alternativa. Case history: JUR)
  • LE CRIPTOVALUTE (nel mercato immobiliare e nel diritto societario: a che punto siamo in Italia? pagamenti e conferimenti in criptovalute; aspetti fiscali e sicurezza delle transazioni)
  • ICO: NUOVE FORME DI FINANZIAMENTO DISRUPTION (Cosa sono le Initial coin offering, regolamentazione comparata, implicazioni giuridiche)
  • TOKEN GENERATION (Procedure e standard tecnici ERC20, come vengono generati i token, profili regolamentari, il mercato e i token distribuiti).

 

Il seminario si terrà  il 25 settembre alle15.30, presso la sede di Viale Regina Margherita 278 e vede come coordinatrice Rita Eva Cresci, Innovative Lawyer presso FGA e relatori Marco Tullio Giordano, Innovator Lawyer @LT42, Alessandro Palombo, Co-founder e CEO @JUR, Antonio Davola, Adjunct Professor e post Doctoral Research Fellow @ Luiss Guido Carli, Remo Maria Morone, Notaio in Torino, Raffaele Battaglini, Corporate e Innovation Lawyer, Organizer LH Torino e Clo di Jur, Paolo Alberti Nicorelli, Blockchain Developer.

Nunziante Magrone rafforza il settore della financial regulation

Lo studio legale Nunziante Magrone rafforza il practice group di financial regulation con l’ingresso di Damiano Di Maio, in qualità di Associate

L’avvocato ha maturato esperienza in blockchain e cryptocurrencies regulation, anche pubblicando diversi articoli sul tema.

Di Maio, che ha conseguito un LL.M. in banking and finance presso la Queen Mary University of London, proviene da Grimaldi ed in precedenza ha collaborato con Gianni Origoni Grippo, Cappelli & Partners a Londra e Unione Fiduciaria S.p.A.

In Nunziante Magrone, Di Maio va a rafforzare il team che si occupa di regolamentazione dei mercati finanziari e compliance a supporto di emittenti e soggetti vigilati.

L’ingresso di Damiano Di Maio rientra nel percorso di rafforzamento ulteriore delle aree di pratica specialistiche dello Studio.