Le voci della crisi: la risposta dei professionisti

LinkedIn

Sono state settimane drammatiche quelle che hanno caratterizzato l’uscita di questo numero “straordinariamente” doppio di Le Fonti Legal. Giornate che hanno stravolto la nostra vita personale e professionale, in cui ci siamo dovuti reinventare e riorganizzare.

E la risposta, da parte nostra, non poteva che essere una: aumentare i canali e l’offerta di informazione.
È in piena emergenza sanitaria, infatti, che nasce l’idea di creare una nuova rubrica podcast, Tempi Legali, che si pone da subito un obiettivo prioritario: offrire una mappa a imprenditori, professionisti, lavoratori, per orientarsi nel dedalo di norme prodotte dal Governo per fronteggiare la crisi economica. Un appuntamento quotidiano, dove professionisti ed esperti affrontano le molteplici criticità aperte dall’emergenza sanitaria sui vari settori economici, dando interpretazioni normative, tratteggiando scenari, suggerendo indicazioni al legislatore o lanciando anche solo messaggi di speranza. Si è rivelato in pochi giorni uno strumento informativo così forte, che abbiamo deciso di dare anche forma scritta a queste voci: nelle pagine che seguono trovate infatti gli estratti delle interviste realizzate fino al 15 aprile scorso (data di chiusura della rivista, ndr). Quelle successive, saranno pubblicate sul prossimo numero di maggio. E così via, fin quando non vi accompagneremo finalmente verso la ripartenza. Ma non è tutto.
In questo numero trovate anche un’indagine sul livello di digitalizzazione raggiunto dagli studi legali. È un approfondimento realizzato prima del “lockdown”, e forse premonitore, perché se c’è una cosa che ci ha insegnato questa crisi è che non si può fare a meno di investire in tecnologia. Chi lo ha fatto, è partito avvantaggiato a livello competitivo.
Ma la nostra offerta informativa si arricchisce anche con una nuova rubrica: Osservatorio Carceri. Nasce da una riflessione avviata, in realtà prima dell’emergenza Covid19, con la Commissione Carceri dell’Ordine degli avvocati di Milano, unica nel suo genere, creata a tutela di un mondo che troppo spesso rimane nascosto nell’ombra, se non a seguito di eventi mediatici. Un appuntamento di approfondimento periodico che si rende oggi ancora più necessario, con la crisi sanitaria che potrebbe travolgere il sistema carcere, ancora in attesa di interventi adeguati da parte del governo, come denunciato a più riprese dagli avvocati penalisti. La rubrica vuole quindi dare voce agli ultimi e a chi gravita intorno a questo mondo. Un mondo dove, diceva un poeta, “il sole del buon dio non dà i suoi raggi”.

Share.

Comments are closed.