Gianni & Origoni: novità nella Corporate Governance

Istituito il Comitato di Gestione e ampliati mission e composizione del Comitato Compensi in Gianni & Origoni.

L’Assemblea dei Soci dello Studio legale internazionale Gianni & Origoni ha apportato alcune modifiche alla Governance, con l’obiettivo di perseguire una sempre maggiore trasparenza ed efficacia di gestione dello studio.


Sono stati introdotti, in particolare, due cambiamenti. Il primo riguarda l’istituzione di un Comitato di Gestione composto dal Senior Partner e dai Managing Partners, cui sono attribuiti i poteri di ordinaria amministrazione, salvi i compiti specificamente assegnati al Comitato Esecutivo, che continua a svolgere le attività di direzione strategica dello studio.


Il secondo riguarda l’ampliamento della mission e la composizione del Comitato Compensi. Rispetto al passato, il Comitato Compensi lavorerà in maniera continuativa durante tutto l’anno, non solo con riferimento alla valutazione dei Soci, ma anche in relazione alla performance di tutte le figure senior dello Studio, allo scopo di supportarli nel raggiungimento dei risultati attesi da ciascuno di loro. Per questo motivo, il Comitato eserciterà anche una funzione di supervisione, indirizzo e valutazione delle performance di tutti gli Associati, secondo le direttive del Comitato Esecutivo e in coordinamento con i Responsabili di Practice.


Per quanto concerne la composizione, il Comitato, integralmente rinnovato, sarà composto da 7 membri che resteranno in carica per un triennio: Paolo Bordi, Matteo Bragantini, Augusta Ciminelli, Alfredo D’Aniello, Paolo Gnignati, Kathleen Lemmens, Raffaele Tronci. Ad essi si aggiungerà per un periodo iniziale Rosario Zaccà, il quale contribuirà all’assolvimento dei nuovi e delicati compiti del rinnovato organo grazie all’esperienza maturata negli anni in qualità di Co-Managing Partner e membro del Comitato Esecutivo.


“Il processo di istituzionalizzazione dello studio si realizza anche attraverso questi passaggi” afferma Francesco Gianni, Senior e Founding Partner. “Il più ampio ruolo affidato al Comitato e il maggior numero di Soci coinvolti nel processo vanno nella direzione di una governance più diffusa e, per questa via, più matura”.

Antonio Auricchio, Co-Managing Partner di Gianni & Origoni ha aggiunto: “Le modifiche alla Governance, oltre a dimostrare una volta di più l’attenzione alla crescita e valorizzazione dei nostri professionisti, rappresentano un ulteriore passo nel rendere la gestione del nostro Studio sempre più responsabile, condivisa ed efficace”.

Leggi anche...
Le Fonti TOP 50 2023-2024
Speciale legge di bilancio 2024
Speciale Decreto whistleblowing
Approfondimento – Diritto Penale Tributario
Speciale Malasanità 2024
I più recenti
Bimbo annegato a Bosco Mesola (FE), assolta la madre assistita dall’avv. Gianni Ricciuti
Sandro Bartolomucci è il nuovo Presidente dell’Organismo di Vigilanza di Autostrade Meridionali 
LS Lexjus Sinacta e Fairwise nella cessione del Midas Palace Hotel di Roma al Gruppo Barceló
I Le Fonti Awards del 9 maggio incoronano le eccellenze

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito legale.