Dentons con Investire SGR per 200 nuovi alloggi in social housing a Milano

Grazie alle risorse finanziarie fornite della BEI, verranno realizzati oltre 200 appartamenti nel quartiere Sarpi.

Lo studio legale Dentons ha assistito Investire SGR (Gruppo Banca Finnat), in qualità di gestore del Fondo Cà Granda, partecipato da Fondazione IRCCS Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico, CDP Real Asset SGR attraverso il FIA – Fondo Investimenti per l’Abitare e da Fondazione Cariplo, nella sottoscrizione di un finanziamento da 34 milioni di Euro con la Banca europea per gli investimenti (BEI) a sostegno della costruzione di nuove unità di social housing nel centro di Milano.


Grazie alle risorse finanziarie fornite della BEI, verranno realizzati oltre 200 appartamenti nel quartiere Sarpi. Le unità abitative verranno ricostruite seguendo i più alti standard di efficienza energetica e di sostenibilità ambientale e saranno poi assegnate alle famiglie a reddito medio-basso.

L’operazione (definita “storica” essendo questo il primo finanziamento della BEI concesso direttamente a favore di un FIA immobiliare), è stata resa possibile anche grazie alle finalità etiche e al forte impegno del Policlinico di Milano a favore della sostenibilità ambientale e conferma l’impegno della banca nel promuovere l’edilizia sociale sostenibile, gli obiettivi nazionali definiti Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima e quelli di REPowerEU, che la BEI si è impegnata a sostenere con 45 miliardi di Euro di finanziamenti aggiuntivi fra il 2022 e il 2027.
Dentons ha agito con un team composto dal partner Pierandrea Bonali e dalla counsel Antida Cutuli.

Leggi anche...

Le Fonti TOP 50 2023-2024

I più recenti

Sentenza della Cassazione n. 21006/2024: se il vicino di casa ti mette ansia è stalking

ls lexjus sinacta

Taglio compensi avvocato del 70%: ecco cosa dice la sentenza della Corte di Cassazione

Legittimo Impedimento: la commissione giustizia approva il DDL

Niente cancellazione dall’albo per gli avvocati inadempienti alla formazione: il decreto attuativo è ancora mancante

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito legale.