Withers annuncia l’ingresso di Jacopo Liguori

LinkedIn

Withers Studio Legale prosegue nella strategia di sviluppo in Italia con l’ingresso di Jacopo Liguori nel ruolo di special counsel e responsabile della practice IP/IT e privacy.

Jacopo Liguori ha maturato una consolidata esperienza in materia di proprietà intellettuale, protezione dei dati personali e information technology presso primari studi internazionali, tra cui BonelliErede e Clifford Chance, dove ha seguito importanti realtà nel settore lusso e ha contribuito a creare la funzione interna di brand protection di una nota multinazionale.

In ottica di continuo sviluppo della propria offerta di servizi in questi settori, Withers contestualmente annuncia a Londra l’ingresso degli oltre 40 professionisti di JAG Shaw Baker, law firm specializzata nel settore tech con uffici nel Regno Unito. JAG Shaw Baker è una boutique legale, che ha sviluppato competenze distintive in ambito tecnologico, in particolare nei settori life sciences, clean tech e delle tecnologie digitali.

 “Con l’ingresso di Jacopo Liguori – ha dichiarato Roberta Crivellaro, Managing Partner di Withers in Italia – prosegue la strategia generale di crescita sul mercato italiano e in particolare della practice IP/IT e privacy, dove lo Studio nel corso di questi anni ha sviluppato un solido know how grazie a un significativo track record di clienti assistiti in primari progetti. Tale posizionamento si rafforza a livello internazionale con l’ingresso del team di JAG Shaw Baker, che ci permetterà di assistere globalmente imprenditori, investitori e società attive nel settore tecnologico in merito a tutte le loro esigenze”.

“Sono molto soddisfatto – ha dichiarato Jacopo Liguori – di entrare a far parte di un team affermato a livello internazionale e poter portare avanti un progetto ambizioso in un settore fortemente in crescita. La proprietà intellettuale, la protezione dei dati e il diritto delle nuove tecnologie sono materie sempre più strettamente connesse e costituiscono una sfida importante per le imprese che vogliano mantenere alto il loro livello di competitività nell’era digitale”.

Share.

Comments are closed.