Tassa sugli extraprofitti aziende energetiche: GOP ottiene il rinvio nell’interesse di Esso Italia

Gianni & Origoni ha ottenuto, nell’interesse di Esso Italiana, il rinvio alla Corte Costituzionale delle disposizioni sul contributo di solidarietà 2023 sui c.d. extraprofitti delle energetiche.

Lo studio legale Gianni & Origoni ha ottenuto, nell’interesse di Esso Italiana, il rinvio alla Corte Costituzionale delle disposizioni sul contributo di solidarietà 2023 sui c.d. extraprofitti delle energetiche.

Il giudice amministrativo ha sollevato questione di legittimità costituzionale, in primo luogo, in relazione alla violazione dell’art. 117 della Costituzione. L’ordinanza ha prospettato infatti la violazione del regolamento n. 1854 del 2022 in quanto il legislatore italiano ha applicato il contributo anche ad operatori diversi da quelli individuati a livello europeo.

Inoltre, avendo il contributo di solidarietà natura tributaria, il TAR ha delineato anche la possibile violazione degli articoli 3 e 53 della Costituzione. In particolare, il TAR ha sottolineato che il contributo di solidarietà colpisce una manifestazione di capacità contributiva già sottoposta a tassazione, imponendo il pagamento del contributo di solidarietà su redditi già gravati – seppur solo in parte – dal contributo straordinario imposto per l’anno 2022.

Infine, il TAR ha sollevato questione di costituzionalità anche in relazione al fatto che le disposizioni in questione hanno previsto la non deducibilità del contributo, in contrasto con il consolidato orientamento della Corte costituzionale secondo cui i costi sostenuti nell’esercizio dell’impresa – se inerenti – devono essere deducibili ai fini del reddito d’impresa.

GOP ha agito con un team composto dai partner Elisabetta Gardini (in foto), Antonello Lirosi e Luciano Bonito Oliva, coadiuvati dall’associate Giada Tombesi.

Leggi anche...

Le Fonti TOP 50 2023-2024

I più recenti

Sentenza della Cassazione n. 21006/2024: se il vicino di casa ti mette ansia è stalking

ls lexjus sinacta

Taglio compensi avvocato del 70%: ecco cosa dice la sentenza della Corte di Cassazione

Legittimo Impedimento: la commissione giustizia approva il DDL

Niente cancellazione dall’albo per gli avvocati inadempienti alla formazione: il decreto attuativo è ancora mancante

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito legale.