partnership

Marzo Associati annuncia l’avvio di una partnership con LEGAL IN LAB

 

Marzo Associati- studio legale e tributario specializzato nel settore della fiscalità- annuncia l’avvio di un’importante partnership con LEGAL IN LAB, compagine professionale costituita da avvocati, commercialisti, consulenti e formatori capace di supportare le aziende, tra le altre cose, nell’applicazione delle corrette procedure, nelle diverse dinamiche imprenditoriali e nella formazione.

L’accordo strategico permetterà da un lato a Marzo Associati di accrescere il proprio posizionamento nel mercato legale, grazie all’ampliamento dell’attività di formazione e consulenza di LEGAL IN LAB in favore di enti e\o aziende rispetto alla prevenzione del rischio, nelle sue diverse articolazioni in ambito 231/2001 – 190/2012.

Dall’altro, LEGAL IN LAB rafforzerà il dipartimento Tax della sede di Brescia con specifico riguardo al contenzioso tributario, core business di Marzo Associati.

Con questa operazione Marzo Associati completa la propria offerta di assistenza e consulenza sia in materia giuridica che commerciale,  specie nelle tre aree fondamentali di prevenzione rischi: antiriciclaggio, anticorruzione e responsabilità degli enti. LEGAL IN LAB, infatti, rappresenta una sintesi innovativa tra impresa e consulenti, tra persone e diritto, uno studio multidisciplinare in grado di fornire una gamma completa e integrata di servizi ad elevato contenuto professionale, che garantisce soluzioni tempestive ed efficaci nella gestione complessiva dell’impresa e di ogni singola risorsa che la compone, grazie all’esperienza pluriennale degli Avv.ti Walter Condoleo e Francesco Pantaleo, a capo dell’intera struttura.

Dal canto suo LEGAL IN LAB potenzia il proprio dipartimento Tax della sede di Brescia, già guidato dal Dott. Ferdinando Magnino e dal Dott. Alberto Aliprandi, aggiungendo la specifica expertise in materia di contenzioso tributario vantata dai professionisti di Marzo Associati.

 

Alleanza strategica LabLaw-Deloitte Legal: all’insegna del labour

Deloitte Legal si rafforza nel labour stringendo un’alleanza strategica con LabLaw.

In particolare, LabLaw Studio Legale Rotondi & Partners e Deloitte Legal hanno annunciato una partnership finalizzata a favorire l’incontro tra l’eccellenza di LabLaw nel diritto del lavoro e la multidisciplinarietà e innovazione nel mercato dei servizi di consulenza legale di Deloitte Legal, parte del network di una delle principali società di consulenza a livello mondiale.

L’accordo consentirà di massimizzare le sinergie prodotte dall’incontro dell’eccellenza specialistica di LabLaw con l’ampiezza dei servizi consulenziali offerti da Deloitte Legal e dal network Deloitte ai propri clienti. In particolare l’accordo consentirà non solo di accrescere la presenza sul mercato di LabLaw nell’ambito delle sue specifiche competenze in materia, consolidando la sua posizione di market leader, ma sarà determinante nel perseguimento dei rispettivi obiettivi strategici di entrambe le realtà nel campo dello sviluppo internazionale e nell’innovazione.
LabLaw e Deloitte Legal rimarranno realtà indipendenti e autonome, con focus, rispettivamente, in ambito contenzioso e consulenza. L’avvocato Francesco Rotondi rimarrà alla guida di LabLaw, con oltre 50 professionisti, mentre l’avvocato Luca Failla (Co-Founder e Presidente LabLaw) lascerà LabLaw per assumere dal 1 ottobre la guida della practice Employment & Benefits di Deloitte Legal, che arriverà così a contare circa 25 professionisti e 3 partner.
Carlo Gagliardi, Managing Partner, Deloitte Legal DCM, conferma che “con questo accordo Deloitte Legal prosegue nella propria strategia di sviluppo della practice di diritto del lavoro a livello globale. Ci dotiamo degli strumenti utili a cogliere tutte le opportunità offerte da una practice strategica, anche nella congiuntura attuale. I nostri clienti devono affrontare volumi eccezionali di attività con risvolti giuslavoristici e l’arrivo di Luca Failla e l’alleanza con LabLaw ci permetterà di completare la gamma dell’offerta per supportarli al meglio, garantendo l’eccellenza che da sempre contraddistingue i nostri servizi anche in questo settore”.
“Non c’è dubbio che il nostro mondo stia affrontando uno straordinario processo di evoluzione e con esso il nostro modo di lavorare e i nostri luoghi di lavoro. Siamo entusiasti di lavorare con Deloitte Legal per affrontare le nuove sfide che il cambiamento porta con sé. LabLaw fornisce da oltre 10 anni consulenza e servizi di contenzioso nell’ambito del diritto del lavoro, sindacale e della previdenza sociale e siamo ormai più che pronti per ampliare gli orizzonti dei servizi studiati per i nostri clienti. Iniziamo da oggi, forti dell’alleanza con Deloitte Legal”, afferma Francesco Rotondi, Co-Founder e Managing Partner di LabLaw.
“I servizi professionali disponibili per i nostri clienti anche grazie a questa alleanza strategica – afferma l’avvocato Luca Failla – ci permetteranno di continuare a garantire il valore aggiunto e la qualità ai quali li abbiamo abituati nell’affrontare qualsiasi questione relativa al loro business. L’alleanza strategica si pone pertanto nel solco, anche culturale, delle iniziative che sono state intraprese dai due Studi sin dalla loro fondazione”.
“Per questa nuova alleanza strategica abbiamo cercato e fortemente voluto un’organizzazione che capisse e condividesse il valore fondamentale di rendere disponibili ai clienti soluzioni complete. I servizi di LabLaw in materia giuslavoristica e, in particolare, nel contenzioso, sono ben noti, orientati al cliente e forniranno un reale valore aggiunto ai clienti del network”, afferma Alessandro Lualdi, Managing Partner Tax & Legal DCM.

Gitti and Partners: Sciaudone guida il nuovo dipartimento Antitrust

Gitti and Partners apre il nuovo dipartimento Antitrust guidato da Riccardo Sciaudone.

Sciaudone proviene dallo studio legale Delfino e Associati Willkie Farr & Gallagher LLP e ha maturato una significativa esperienza presso la Commissione europea. Nel 2018, è stato nominato membro dell’Advocacy Working Group all’interno dell’International Competition Network.

Il nuovo dipartimento Antitrust si aggiunge a quello Tax, guidato da Diego De Francesco (che ha visto anche da ultimo l’innesto del team di contenzioso fiscale guidato da Marco Ettorre) e Capital Market guidato da Vincenzo Armenio, che lo Studio ha recentemente costituito per rafforzare e completare la gamma di servizi legali offerti in modo integrato ai propri clienti nazionali e internazionali.

“Siamo particolarmente onorati e felici che una professionista dello spessore di Riccardo – hanno affermato Gregorio Gitti, Stefano Roncoroni e Vincenzo Giannantonio, membri del Comitato Esecutivo dello Studio – abbia deciso di unirsi a noi, apportando un contributo di eccellenza in un’area cruciale e delicata per le operazioni straordinarie seguite dallo Studio”. “Dopo l’ingresso di Riccardo, peraltro,” continuano i tre professionisti, “il nostro Studio continuerà la propria politica di crescita mirata ad attirare professionisti in grado di apportare valore aggiunto allo Studio e ai suoi Clienti”.

Al via Alliance IP: partnership strategica per l’attività in Intellectual Property

CastaldiPartners, studio legale franco-italiano, e Kern & Weyl, studio legale parigino, creano, nella reciproca indipendenza, una partnership strategica per l’attività di Intellectual Property.

L’Alliance IP nasce dalla volontà di unire i punti di forza delle due organizzazioni, tra loro complementari, per soddisfare al meglio le esigenze di tutela, valorizzazione e difesa del patrimonio immateriale delle aziende. Alliance IP offre i suoi servizi di Intellectual Property principalmente ad aziende della moda, della cosmetica, dell’industria farmaceutica, dell’alimentare, dell’automotive e delle tecnologie innovative, per la consulenza ed il contenzioso, offrendo soluzioni concrete ed innovative.

Tania Kern, Claire Weyl e Giulia Cortesi, socie fondatrici dello studio legale Kern & Weyl, considerano questa partnership come un importante asset per i clienti: “questa alleanza con CastaldiPartners ha l’obiettivo di permettere un apporto di competenza per l’Intellectual Property e di beneficiare di tutta l’esperienza di CastaldiPartners nelle practice corporate, M&A, labour e del dispute resolution. La comune matrice internazionale e particolarmente franco-italiana sono un fantastico collante e motivazione di questa alleanza!”.

Enrico Castaldi, founding partner di CastaldiPartners aggiunge: “Offriamo ai nostri clienti un’ampia gamma di competenze; ci mancava quella dell’’Intellectual Property. Delle colleghe di Kern & Weyl apprezziamo le capacità tecniche e ci hanno stupito per la loro percezione delle nuove esigenze e sfide. Questa Alliance è un’altra importante tappa nel cammino di CastaldiPartners”.

Il team dell’Alliance IP è composto da avvocati francesi, inglesi e italiani, per la consulenza in materia di protezione dei marchi, brevetti, design, diritto d’autore, nuove tecnologie (software, blockchains, videogiochi, ecc.), know-how, della R&S e della concorrenza sleale, anche con la gestione di portafogli di marchi, la contrattualistica, gli audit e i due diligence per operazioni di acquisizione.
Nell’attività litigation, gli avvocati di Alliance IP sono abilitati alla difesa avanti alle sezioni specializzate IP delle giurisdizioni francesi, inglesi ed italiane, l’Ufficio della Proprietà Intellettuale dell’Unione Europea (EUIPO), il Tribunale di primo grado dell’Unione Europea (TPG) e la Corte di Giustizia dell’Unione Europea (CGUE). Il team di Alliance IP hanno recentemente vinto una causa dinanzi alla CGUE, riguardante una pronuncia pregiudiziale sull’interpretazione della Direttiva 2008/95/CE del 22 ottobre 2008 in materia di marchi d’impresa.

DWF annuncia la promozione di Matteo Cerretti

Matteo Cerretti, Head of Insurance e Partner di DWF Italy è stato promosso all’interno della Partnership Structure dello Studio diventando così Equity Partner di DWF LLP oltre ad essere stato nominato Deputy Global Head dell’Insurance Sector e membro dell’Insurance Executive Board di DWF.

Cerretti è specializzato in diritto assicurativo, sia in ambito contenzioso (principalmente nel settore delle c.d. financial lines e responsabilità professionale) che regolamentare e assiste diversi Syndicates del mercato dei Lloyd’s nonché intermediari assicurativi e le principali compagnie assicurative e riassicurative italiane e internazionali. Matteo ha altresì un significativo background nel settore societario ed M&A.

Nctm rafforza il real estate con l’ingresso di due nuovi partner

Entrano in Nctm Vito Bisceglie e Giovanni Giuliani in qualità di equity partner nel dipartimento real estate, insediandosi nella sede di Roma con i loro team.

Bisceglie ha maturato esperienza in materia di diritto immobiliare, diritto sanitario e legislazione sociale, assistendo clienti italiani e internazionali nell’ambito di operazioni di investimento e finanziamento (con particolare riferimento al comparto healthcare), realizzate anche attraverso strutture e strumenti finanziari innovativi.
Dal 2015 Vito Bisceglie operava in Dla Piper con il ruolo di of counsel del team Investment Management and Funds, nell’ambito del dipartimento Finance, Projects & Restructuring, dove ricopriva anche il ruolo di responsabile del Settore Healthcare.

Insieme a Bisceglie entra anche Federica Scalia: con il loro ingresso Nctm rafforza il dipartimento di diritto immobiliare con competenze specifiche in ambito healthcare.

Giovanni Giuliani si occupa di diritto bancario e dei mercati finanziari, svolgendo attività consulenziale in materia di disciplina delle banche, degli intermediari finanziari, dei servizi di investimento e del servizio di gestione collettiva del risparmio. Nel settore del risparmio gestito e dei fondi di investimento alternativi assiste clienti nella strutturazione di operazioni di real estate e private equity.
Dal 2014 Giovanni Giuliani operava in Chiomenti, dove ricopriva il ruolo di senior associate.
Con il suo ingresso Nctm rafforza il dipartimento di diritto Immobiliare con competenze specifiche in ambito regolatorio.

Insieme a Giovanni Giuliani entra anche Jacopo Pisani.

Nctm conta adesso 64 partner.

Luca Benvenuto promosso partner di MJH Alma

MJH Alma annuncia l’ammissione alla partnership di Luca Benvenuto, nuovo socio a partire dal 1° gennaio 2020.

Luca Benvenuto, laureatosi cum laude all’Università degli Studi di Roma Tre, vanta una significativa esperienza nei vari settori della regolamentazione finanziaria, ivi inclusi gli aspetti relativi all’antiriciclaggio ed alla trasparenza bancaria. Con un consolidato background in tutti gli aspetti legali, regolamentari ed organizzativi connessi al settore del fintech & digital innovation, alla prestazione di servizi di investimento, servizi bancari e finanziari anche in ambito di emittenti quotati, Luca Benvenuto assiste regolarmente banche, SGR, società finanziarie, istituti di pagamento, IMEL, imprese di investimento, sia nel contesto di procedure autorizzative (avanti Banca d’Italia e Consob) che nella strutturazione di prodotti e servizi, nonché nell’assistenza continuativa.

L’avv. Alessandro Corno, managing partner di MJH Alma, commenta: “La promozione dell’avv. Benvenuto riflette un primo anno straordinario per MJH Alma e segna una fase di crescita interna ed esterna che contraddistinguerà la nostra realtà nei prossimi 24/36 mesi. Mi dà particolare soddisfazione che questo percorso inizi con un professionista con le capacità e i valori dell’avv. Benvenuto”.

GOP e Nctm nel progetto di partnership territoriale tra A2A e Ambiente Energia Brianza

Il Gruppo A2A – assistito dallo studio legale internazionale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners – e Ambiente Energia Brianza (AEB) – assistita da Nctm – hanno definito il percorso di studio di fattibilità per la realizzazione del progetto di partnership territoriale che coinvolge le due multi-utility lombarde.

I Consigli di Amministrazione di Unareti (controllata al  100%  da  A2A)  e  di  AEB  hanno approvato un  progetto di aggregazione da realizzarsi attraverso un’operazione di scissione parziale di Unareti in favore della beneficiaria AEB, relativo a un ramo che sarà costituito da alcuni asset di distribuzione gas  nelle province di Milano e Bergamo e dall’intera partecipazione nella società dedicata alle attività di illuminazione pubblica. Il progetto prevede inoltre che, al completamento del percorso di aggregazione, A2A faccia il proprio ingresso nel capitale di AEB con una quota del 33,5%, mentre la maggioranza del capitale sociale di AEB rimarrebbe nelle mani dei Comuni attualmente soci di AEB, con il Comune di Seregno in ruolo di capofila della compagine sociale. L’aggregazione è ispirata a obiettivi di competitività e di vocazione territoriale dei servizi svolti, con particolare riferimento alle reti di distribuzione (gas, elettriche) e all’illuminazione pubblica.

Il progetto di partnership è soggetto all’approvazione dei Consigli Comunali, dell’assemblea degli  azionisti di AEB e del Consiglio di Amministrazione di A2A, al completamento delle attività di due diligence e alla clearance antitrust.

GOP ha assistito il Gruppo A2A con un team guidato dal partner Francesco Puntillo e composto dal partner Francesco Bruno, dal counsel Alessio Contini Cadeddu e dall’associate Lorenzo Ottaviani, nonché, per gli aspetti amministrativistici, dal counsel Angelo Crisafulli e dall’associate Lorenzo Piscitelli.

Nctm Studio Legale ha assistito AEB con un team coordinato dai partner Carlo Grignani e Matteo Trapani, coadiuvati dalla salary partner Laura Cinquini e dal trainee Cesare Saputo.

Lo Studio ELLED – Scordino De Bellis con Realhouse e INVESTI R.E. nella partnership per la prima operazione immobiliare in blockchain

Lo Studio ELLED – Scordino De Bellis è stato advisor legale di Realhouse srl e INVESTI R.E. spa nella partnership per la prima operazione immobiliare italiana in blockchain.

L’operazione immobiliare – la prima compiuta mediante tecnologia blockchain (nello specifico Ethereum) – è stata realizzata attraverso la creazione di un equity token della società Immobiliare Casati Srl, denominato RHC1 e legato al sottostante immobiliare composto da due palazzine site in Roma.

La blockchain è intervenuta in due macro-fasi: la creazione del “passaporto digitale” dell’operazione, dal credito (NPL) originato da banca Unicredit, fino ai dettagli dell’immobile e del veicolo che condurrà l’operazione; la creazione di Equity Token, in favore dei soci, legati by technology a tutte le informazioni precedenti e programmati secondo gli accordi previsti nei patti parasociali.

BonelliErede, continua la diaspora degli ex Lombardi

Continua la diaspora da BonelliErede da parte degli ex Lombardi Segni.

Dopo l’uscita-lampo del capo dipartimento di diritto amministrativo, Mauro Pisapia, approdato a dicembre scorso in Simmons&Simmons insieme al suo team che l’aveva seguito da Lombardi Segni, a fare le valigie è un altro partner: Mara Fittipaldi, che approda in FIVELEX con Alessandra Iandoli e Alice Alessandri a partire da fine gennaio 2020.

Come anticipato da Le Fonti Legal (si veda Editoriale del numero di dicembre), quindi, la maxi operazione BonelliErede-Lombardi sta lasciando più di qualche strascico, con i partner che in Lombardi Segni avevano un ruolo di primo piano che evidentemente non si sentono altrettanto valorizzati dalla struttura guidata da Stefano Simontacchi.

Mara Fittipaldi è esperta di Banking & Finance e si è occupata negli anni di general lending, leverage e acquisition financing, finanziamenti IPO e real estate. Ha anche maturato una significativa esperienza su operazioni di ristrutturazione del debito, una delle aree core di FIVELEX nelle quali è particolarmente attivo e riconosciuto dal mercato lo Studio e, in particolare, il socio fondatore Claudio Tatozzi.

 

Scroll to top