clifford chance

Il ranking 2020 degli studi legali

L’anno del Covid stravolge il mercato dei servizi legali.

Bifulco promosso Counsel in Clifford Chance

Clifford Chance annuncia la promozione a Counsel di Pasquale Bifulco, già senior associate dello Studio.

Allen & Overy con FCA Bank nel bond da 850 milioni di euro

FCA Bank, con l’assistenza di Allen & Overy, ha annunciato il collocamento di un prestito obbligazionario per un valore nominale di 850 milioni di Euro e scadenza a tre anni (novembre 2023).

I titoli corrispondono una cedola annua a tasso fisso dello 0,125% e saranno quotati presso il mercato regolamentato della Borsa Irlandese (Euronext Dublin). L’emissione, avvenuta tramite la filiale irlandese della società ai sensi del programma Euro Medium Term Note da 12 miliardi di Euro.

Il team di Allen & Overy è guidato dai partner Cristiano Tommasi  e Craig Byrne del dipartimento ICM – International Capital Markets, coadiuvati dalla senior associate Sarah Capella e dall’associate Carolina Gori.

Clifford Chance nella vittoria in appello per Biosensors Europe

Biosensors Europe S.A., imputata ai sensi del D. Lgs. 231/2001 per i reati presupposto di corruzione e truffa aggravata ai danni dello Stato, è stata assolta con formula piena all’esito del giudizio innanzi alla Corte d’Appello di Bologna.

Il processo penale nasceva dall’inchiesta c.d. “camici sporchi”, avviata dalla Procura di Modena, che ha portato al rinvio a giudizio 15 enti ai sensi del D.Lgs. 231/2001 e 34 persone fisiche, medici e rappresentanti di società biomediche. Nell’ambito della suddetta inchiesta, Biosensors Europe S.A. era accusata dei reati presupposto 231 di corruzione e truffa aggravata ai danni dello Stato.

Con sentenza emessa in data 9 novembre 2020, la Corte di Appello di Bologna sezione III penale ha assolto la società con formula piena per insussistenza del fatto, così riformando integralmente la sentenza emessa in primo grado dal Tribunale di Modena.

Biosensors Europe S.A. è stata difesa dallo Studio legale Clifford Chance, con un team composto dal counsel Giuseppe Principato e dall’associate Ludovica D’Alberti, coadiuvati da Francesca Zambrini.

Clifford Chance e Chiomenti nella cartolarizzazione sintetica di Intesa Sanpaolo

Clifford Chance ha assistito il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) e la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) nella cartolarizzazione sintetica di Intesa Sanpaolo S.p.A. (ISP), assistita nell’operazione da Chiomenti.

L’operazione ha visto la concessione da parte del FEI di una garanzia, per un valore complessivo di circa €90 milioni, sulle perdite relative ad un portafoglio di circa €2 miliardi di crediti originati da ISP, con l’obiettivo condiviso di sostenere economicamente le piccole e medie imprese italiane grazie al correlato impegno di ISP a concludere nuove operazioni di finanziamento in favore di queste per un importo fino a €450 milioni, quale conseguenza dei benefici di cui la banca potrà godere in relazione alla garanzia concessa dal FEI e alla controgaranzia concessa dalla BEI.

Il team di Clifford Chance che ha seguito l’operazione è stato guidato dal partner Tanja Svetina, coadiuvata nella consulenza al FEI e alla BEI rispettivamente dai senior associates Alice Reali e Gianmarco Gulli, e da Benedetta Francesca Monestier, Hana Lee e Jacopo Scorsone.

Chiomenti ha assistito Intesa Sanpaolo S.p.A con un team composto dal partner Gregorio Consoli, dalla senior associate Federica Scialpi e dall’associate Gioia Ronci.

Allen & Overy con Davide Campari nel bond da 550 milioni di euro. Gli istituti finanziari assistiti da Clifford Chance

Allen & Overy ha assistito Davide Campari-Milano N.V. nell’emissione di un prestito obbligazionario senza rating da 550 milioni di Euro e durata settennale (6 ottobre 2027). Le banche che hanno agito come Joint Lead Manager sono state affiancate da Clifford Chance.

I titoli corrispondono una cedola annua fissa pari all’1,25% e saranno quotati sul mercato regolamentato della Borsa del Lussemburgo.

Il team di Allen & Overy che ha assistito Davide Campari-Milano N.V. è guidato dai partner Craig Byrne e Cristiano Tommasi del Dipartimento International Capital Markets e la consultant Patrizia Pasqualini, coadiuvati dall’associate Carolina Gori e dal legal professional Bradley Long; i profili fiscali sono stati seguiti dal partner Tax Francesco Guelfi, coadiuvato dal senior associate Elia Ferdinando Clarizia e dal trainee Lino Ziliotti. Gli aspetti di diritto olandese dell’operazione sono stati seguiti dalla sede di Amsterdam con un team composto dal partner Jonathan Heeringa e da Victoria Schepers.

Il team di Clifford Chance che ha assistito i Joint Lead Manager è composto dal partner Filippo Emanuele e dal senior associate Jonathan Astbury del dipartimento Finance & Capital Markets di Milano; i profili fiscali sono stati curati dal partner Carlo Galli con l’associate Roberto Ingrassia, coadiuvati da Luca Gualtieri. Per gli aspetti di diritto olandese ha agito un team basato ad Amsterdam e guidato dal partner Jurgen van der Meer con gli associate Hugo van der Molen e Tom Smeele del dipartimento Finance & Capital Markets e gli associate Nolan Groenland e Robin Houtveen del dipartimento Tax.

Chiomenti e Clifford Chance nell’acquisizione del Gruppo Valagro da parte di Syngenta

Syngenta, una delle aziende leader nel settore dell’agro-industria mondiale, ha acquisito l’intero capitale sociale di Valagro S.p.A., azienda leader nell’offerta di biostimolanti e specialità nutrizionali per il mercato agricolo globale.

Chiomenti ha assistito i Venditori con un team guidato dal socio Filippo Modulo e composto dalla senior associate Maria Vittoria Marchiolo, nonché dagli associate Edoardo Filippo Di Francesco e Simone Stasio, nonché per gli aspetti di Foreign Investment Control dal Socio Giulio Napolitano e dall’associate Luca Masotto insieme a Giacomo Grechi per gli aspetti antitrust.

Syngenta è stata assistita da Clifford Chance con un team guidato dal socio Paolo Sersale e composto dai senior associate Francesca Casini, Cristiana Visco e da Giulia Ricci e Stefania Maracich, nonché, per gli aspetti Antitrust e di Foreign Investment Control, dal socio Luciano di Via e dall’associate Laura Tresoldi. Per gli aspetti fiscali ha agito il partner Carlo Galli con il senior associate Andrea Sgrilli.

Valagro è stata assistita dal General Counsel Daniela Giorgino e dall’avv. Leopoldo Giannini che hanno coordinato un team di legali in Spagna, Francia, Colombia, Brasile, Messico e India nell’ambito della riorganizzazione societaria del Gruppo collegata alla cessione.

Gli aspetti notarili sono stati seguiti dai notai Milano Notai, nella persona del notaio Giovannella Condò e Stefania Anzelini dello studio notarile Milano Notai.

Clifford Chance e Delfino Willkie nel closing della cessione di Permasteelisa da LIXIL ad Atlas Holding

Clifford Chance ha assistito LIXIL Group Corporation nella chiusura degli accordi per la vendita di Permasteelisa Group al fondo statunitense Atlas Holding, assistito da Willkie Farr & Gallagher LLP.

Clifford Chance ha assistito LIXIL Group in tutti gli aspetti dell’operazione di cessione, coordinando dall’Italia un team ampio e multidisciplinare di circa 30 professionisti delle sedi di Milano, Roma, Amsterdam, Bruxelles, Francoforte, Hong Kong, Londra, Mosca, Parigi, Singapore, Sydney, Tokyo e Washington. Il team è stato guidato dal partner Umberto Penco Salvi e composto dal counsel Filippo Isacco, dalle associate Elisa Ielpo e Carolina Ribaldone e da Amedeo Sciolari (Corporate M&A, Milano). Per gli aspetti fiscali ha agito il partner Carlo Galli con il senior associate Andrea Sgrilli (Tax, Milano), per quelli antitrust il partner Luciano Di Via con l’associate Laura Tresoldi (Antitrust, Roma) e per quelli giuslavoristici la partner Simonetta Candela (Employment, Milano).

Delfino e Associati Willkie Farr & Gallagher LLP, insieme ad un team multidisciplinare che ha visto coinvolti gli uffici di New York con la partner Laura Acker e di Londra con la partner Claire McDaid, con i partner Maurizio Delfino, Luca Leonardi, il Counsel Massimo Palombi, gli associates Marella Lavarone e Antonio Lindiner (Corporate M&A) e il Tax Counsel Leonardo Fedrini, ha assistito l’acquirente Atlas Holding, gruppo internazionale che opera investimenti nei settori manifatturiero, della distribuzione e servizi e operativo in settori diversificati quali l’industria automobilistica, i materiali da costruzione, l’imballaggio, la carta e l’energia.

Hogan Lovells e Clifford Chance per il nuovo social bond di Cdp da 750 milioni di euro

Hogan Lovells e Clifford Chance hanno assistito rispettivamente Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. (CDP) e le banche Joint Lead Managers e Joint Bookrunners nell’emissione del nuovo “Social Bond” di CDP, dedicato alle imprese italiane che investono in ricerca, sviluppo e innovazione e a quelle duramente colpite dall’emergenza Covid-19, con l’obiettivo di sostenerne la crescita futura e l’occupazione.

Il nuovo “CDP Social Bond 2020” è stato emesso ai sensi del Debt Issuance Programme (DIP) di CDP di CDP per un valore nominale pari a 750 milioni di euro. I titoli sono a tasso fisso con scadenza a 8 anni e corrispondono una cedola annua lorda pari a 1%. L’emissione è stata accolta da oltre 180 investitori, con la più alta componente di investitori stranieri, pari al 76%, tra le emissioni ESG di CDP. Il rating a medio-lungo termine dei titoli, quotati presso la Borsa del Lussemburgo, sarà pari a BBB (negativo) per S&P, BBB- (stabile) per Fitch e BBB+ (negativo) per Scope.
Barclays, Crédit Agricole CIB, HSBC, Intesa Sanpaolo, JP Morgan, Mediobanca e UniCredit hanno agito da Joint Lead Managers e Joint Bookrunners dell’operazione.

Il team di Hogan Lovells che ha assistito CDP è composto dal socio Corrado Fiscale, dalla counsel Annalisa Feliciani, dagli associates Matteo Scuriatti e Alessandro Azzolini, oltre che dalla senior associate Maria Cristina Conte per gli aspetti fiscali.
Clifford Chance ha assistito le banche coinvolte nell’emissione con un team composto dai partner Filippo Emanuele e Gioacchino Foti, dal senior associate Jonathan Astbury, dall’associate Francesco Napoli e da Benedetta Tola, oltre che dal partner Carlo Galli e dall’associate Roberto Ingrassia per gli aspetti fiscali.
Per CDP, inoltre, ha seguito l’operazione un team legale interno composto da Maurizio Dainelli, responsabile Legale Partecipazioni e Finanza, Alessandro Laurito, responsabile Legale Finanza, Lorenzo Cimarra, Gianmarco Minotti e Laura La Rocca.

Clifford Chance ed RCCD nel bond Additional Tier 1 da 1,5 miliardi di euro di Intesa Sanpaolo

Gli studi Clifford Chance ed RCCD hanno assistito, rispettivamente, le banche che hanno agito in qualità di joint lead managers – Crédit Agricole, Deutsche Bank, HSBC, IMI – Intesa Sanpaolo, J.P. Morgan, Morgan Stanley e UBS –  e di co-lead managers  – Banca Akros, Gruppo Banco BPM, CaixaBank, DZ Bank, Erste Group e KBC Bank – e l’emittente Intesa Sanpaolo S.p.A., nel collocamento in due tranche da 750 milioni di Euro ciascuna di un bond perpetuo Additional Tier 1 per un valore complessivo di 1,5 miliardi di Euro.

La prima tranche, con rendimento 5,5%, è callable a partire dall’1 marzo 2028, mentre la seconda (5,875%) dall’1 settembre 2031. L’emissione ha ricevuto una forte domanda, soprattutto da investitori stranieri, raggiungendo quota 8 miliardi di Euro.

Il team di Clifford Chance che ha assistito gli istituti finanziari è stato guidato dai partner Filippo Emanuele e Gioacchino Foti con il senior associate Jonathan Astbury e l’associate Francesco Napoli. Per i profili Tax hanno agito il partner Carlo Galli con l’associate Roberto Ingrassia.

Il team di RCCD che ha assistito Intesa Sanpaolo è stato coordinato dal partner Michele Crisostomo insieme alla counsel Fiona Chung con l’associate Martina Baldi.

“A guidarci nei cambiamenti sono, come sempre, le priorità dei nostri clienti e la capacità con cui forniamo loro soluzioni di qualità, utili e innovative – aggiunge De Palma – Per perseguire con successo questi obiettivi, in un contesto che sta mutando velocemente, ci siamo resi conto che era necessario imprimere una accelerazione al cambiamento del nostro modo di lavorare e di intendere la professione, adottando un modello di lavoro agile e dinamico, con strutture funzionali e dotate di tecnologia avanzata per supportarci ovunque ci troviamo. Lo abbiamo fatto nel 2019 a Milano con il progetto Broletto16 e quest’anno a Roma”.

Iscriviti alla newsletter