Il ranking 2020 degli studi legali

L’anno del Covid stravolge il mercato dei servizi legali.

Negli equilibri di business crollano infatti m&a ed energy mentre salgono finance e debt capital markets e tiene, per il momento, il real estate. Tra gli studi legali d’affari, di conseguenza, crescono quelli specializzati in operazioni di finanziamento bancario, cartolarizzazioni npl’s, emissioni di obbligazioni.

Sono infatti Clifford Chance e Allen & Overy le firm che hanno fatto più affari in questo anno segnato dallo scoppio dell’emergenza sanitaria globale, i cui effetti devastanti, purtroppo, non si sono ancora declinati del tutto sull’economia.

È quanto emerge dalla ricognizione annuale che Le Fonti Legal effettua a fine anno sul mercato degli studi legali d’affari, analizzando una selezione di oltre 100 operazioni chiuse nel corso del 2020 e ponderate per valore, innovatività e complessità delle tecniche legali utilizzate. E le sorprese non mancano.

I nuovi equilibri
A partire da Clifford Chance, che scala la vetta della classifica grazie a numero e valore di deal chiusi: tra tutti citiamo i Btp a 10 anni (valore 14 miliardi) e a 30 anni (7 miliardi) del Tesoro, ma anche la partecipazione all’operazione di cessione del 49 per cento del capitale di Telepass, deal da circa un miliardo di euro condiviso con BonelliErede e Gianni & Origoni. A proposito dei nuovi equilibri legali, si cominciano a vedere gli effetti del passaggio di Roberto Cappelli in Rccd, con lo studio che ha chiuso una serie di importanti operazioni in ambito banking & finance entrando di diritto nella top ten. Da segnalare poi il calo di Gattai Minoli Agostinelli & Partners, l’uscita dai primi dieci di studi come Orrick, Latham & Watkins e Linklaters e l’ingresso di Baker & McKenzie e Dentons. Lato BonelliErede, osservato speciale dopo la maxifusione con Lombardi dell’anno scorso, non abbiamo assistito a un incremento di quote di mercato. Anzi. Ma con tutta probabilità uno degli effetti del Covid sarà il ripensamento delle strutture stesse degli studi legali. E in questo senso, la rivoluzione è già in atto.

Cambi di poltrona
A registrare i passaggi più significativi, infatti, è stato il secondo semestre 2020: settembre ha visto sia la fusione di Gatti Pavesi Bianchi con la boutique di fiscalisti Ludovici Piccone che l’uscita, dopo 9 anni di sodalizio, di Cappelli da Gop. Quello di Cappelli non è stato l’unico “abbandono” subito dall’insegna fondata da Francesco Gianni: sono seguiti quello di Stefano Belleggia approdato in Dentons e di Giuseppe Loffreda, che dal 1° gennaio 2021 guiderà la sua nuova insegna. Anche il mondo in house ha vissuto cambi importanti: Michelangelo Damasco è divenuto general counsel di Toto Holding dopo aver lasciato Atlantia, la cui direzione legale è passata, nel settembre, a Claudia Ricchetti, mentre Guglielmo Bove ha sostituito Elisabetta Scosceria alla direzione legale di Ferrovie dello Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla newsletter