Appalti

Appalti pubblici, le novità della legge delega

Nell’ultima puntata di Doppio Binario si è parlato di appalti pubblici, della Legge Delega che è stata da poco approvata, si è parlato anche del tema delle concessioni con Carlo Malinconico, Partner dello Studio Legale Malinconico & Gentile e con l’avvocato Domenico Gentile, Partner dello Studio Legale Malinconico & Gentile.

Appalti pubblici, 2021 anno del consolidamento

Nel 2020 sono stati numerosi gli interventi governativi in materia di appalti, con il Cura Italia prima e il Decreto semplificazione poi, il 2021 sarà l’anno del consolidamento delle nuove disposizioni e dei rapporti tra Pa e aziende.

Appalti, le novità relative all’accesso civico generalizzato e ai contratti continuativi di collaborazione ex art.105 comma 3

Antonio Battaglia e Francesco Arceri, soci fondatori di Battaglia & Arceri Società tra Avvocati fanno il punto sulle novità relative a due istituti oggetto di recenti pronunce: l’accesso civico generalizzato e i contratti continuativi di collaborazione ex art. 105 comma 3.

Agilent Technologies Italia vince al Tar Lombardia

Agilent Techonologies Italia S.p.A, assistita da Legance con il partner Filippo Pacciani e la counsel Raffaella Zagaria, ha agito contro la Fondazione IRCCS – Istituto Neurologico Carlo Besta e nei confronti della controinteressata Technogenetics S.r.l., impugnando l’aggiudicazione a favore di quest’ultima dell’appalto per la fornitura di un sistema analitico per l’esecuzione di test genetici.

Il TAR, con la sentenza 2356/2019, in accoglimento del ricorso, ha annullato l’aggiudicazione riconoscendo, tra l’altro, l’illegittimità della richiesta rivolta dalla commissione di gara ai concorrenti di specificare in offerta un elemento non richiesto dal bando e la conseguente assegnazione del punteggio.

Studio Campeis, ottenuta decisione favorevole da parte del Consiglio di Stato sul bando vinto da Tpl Fgv

Lo Studio Campeis, con un team guidato dal socio fondatore Giuseppe Campeis, ha conseguito la decisione favorevole, definitiva, da parte del Consiglio di Stato, in base alla quale il consorzio di imprese TPL FVG, vincitore del bando per l’individuazione del gestore del trasporto pubblico locale integrato su gomma, su ferro e marittimo della Regione Friuli Venezia Giulia, resta aggiudicatario definitivo.

E’ stato infatti dichiarato inammissibile il ricorso per revocazione proposto da Busitalia-Sita Nord e Autoguidovie avverso la decisione del Consiglio di Stato che, in riforma delle decisioni del TAR FVG, aveva confermato l’assegnazione del contratto decennale a TPL.

Il valore del mandato è di 1,18 miliardi di Euro (118 milioni di Euro all’anno per 10 anni).

Iscriviti alla newsletter