Chiomenti e Linklaters nel nuovo bond sustainability-linked di Enel

Linklaters e Chiomenti hanno assistito, rispettivamente, i joint lead managers ed Enel Finance International N.V. nel lancio, da parte di quest’ultima, di un’emissione obbligazionaria “Sustainability-Linked” garantita da Enel e lanciata nell’ambito del programma Euro Medium Term Notes (EMTN) – per un totale di 500 milioni di sterline.

L’emissione, la prima nel suo genere sul mercato in sterline, è volta a soddisfare l’ordinario fabbisogno finanziario del Gruppo e segue l’adozione da parte di Enel di un “Sustainability-Linked Financing Framework”, il primo documento a livello mondiale che presenta l’intera strategia finanziaria “Sustainability-Linked” tramite molteplici soluzioni di finanziamento, integrando pienamente la sostenibilità nel piano di finanziamento globale del Gruppo Enel.

Il bond, comunica Enel, ha ricevuto richieste in esubero per quasi 6 volte, totalizzando ordini per un ammontare pari a circa 3 miliardi di sterline ed una partecipazione significativa di investitori socialmente responsabili (SRI). Il successo di tale emissione rappresenta un chiaro segnale di riconoscimento della strategia sostenibile di Enel e della sua capacità di generare valore contribuendo al conseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibili fissati dalle Nazioni Unite.

Per la realizzazione di questa operazione, Enel si è avvalsa di un sindacato di banche nell’ambito del quale hanno agito, in qualità di joint bookrunners: Barclays, BNP Paribas, Bank of America Merrill Lynch, Citi, Crédit Agricole CIB, Deutsche Bank, Goldman Sachs International, HSBC, J.P. Morgan, Morgan Stanley, Natixis, Société Générale Corporate & Investment Banking.

Chiomenti ha affiancato i legali in house di Enel (Francesca Romana Napolitano, Simona Florio e Alessandra Bellani) con un team guidato dal managing counsel Benedetto La Russa, coadiuvato dall’associate Pietro Tirantello. Gli aspetti fiscali sono stati seguiti dal partner Raul-Angelo Papotti, dal counsel Giovanni Barbagelata e dall’associate Simone Schiavini.

Linklaters ha agito con un team guidato dalla counsel Linda Taylor , Milano, e dal partner Alexander Harmse, Amsterdam. Il team è stato coadiuvato dalla managing associate Laura Le Masurier e dall’associate Matteo Pozzi, Milano, e dal managing associate Menno Baks e dal junior associate David Gilder, Amsterdam per gli aspetti di capital markets. Gli aspetti fiscali sono invece stati seguiti dal counsel olandese Joost Rompen.