a2a

Energia, il 2021 accelera sulle tematiche Esg

Dopo un 2020 che ha, di fatto, bloccato numerosi progetti in ambito energy, i prossimi anni saranno cruciali per investire in nuovi impianti per la generazione da fonti rinnovabili, così come nel trattamento dei rifiuti per il recupero di materia ed energia e nelle infrastrutture idriche

A2A e AEB perfezionano l’integrazione industriale: GOP, PwC e Nctm gli studi coinvolti

A2A e Ambiente Energia Brianza (AEB) hanno proceduto a dare attuazione al percorso di integrazione industriale territoriale, sottoscrivendo l’atto di scissione per il perfezionamento dell’operazione, con efficacia prevista per il 1° novembre 2020.

Nei prossimi giorni saranno posti in essere gli ulteriori atti e adempimenti per il completamento dell’integrazione.

Con questa operazione A2A entra nel capitale sociale di AEB con una quota pari al 34%, mentre i Comuni soci manterranno la maggioranza delle azioni, con il ruolo di capofila al Comune di Seregno, con circa il 37%.

L’aggregazione permetterà di rinforzare la competitività e la vocazione territoriale di AEB, garantendo una crescita sostenibile e duratura nel tempo. Sono previsti concreti e significativi benefici industriali: rafforzamento della capacità competitiva di AEB, migliore accesso al credito e rinforzata capacità di investimento, sinergie commerciali e operative, sharing di piattaforme e knowhow per nuovi servizi innovativi.

Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners ha affiancato il team in house di A2A – formato dalla general counsel Alessandra Ferrari e da Matteo Fiorani – con un team guidato dal partner Francesco Puntillo e composto dal partner Francesco Bruno e dal counsel Alessio Contini Cadeddu nonché, per gli aspetti amministrativi, dal counsel Angelo Crisafulli. I profili Antitrust sono stati seguiti dal partner Piero Fattori, coadiuvato dagli associate Mariachiara Goglione e Eugenio Calvelli.

A2A è stata assistita inoltre da un articolato team costituito da PwC Tls e PwC Deals. PwC Tls ha svolto le due diligence fiscale e payroll ed offerto supporto anche con riferimento ad implicazioni fiscali del processo di aggregazione operando con un team composto dalla Director Piera Penna, dal Director Marzio Scaglioni e dalla Senior Manager Sara Zeppola, coordinati dal partner Claudio Valz.
PwC Deals ha lavorato invece sull’operazione attraverso le attività Strategy, Valuation ed M&A con un team guidato da Gianpaolo Chimenti e composto da Edoardo Scornajenghi, Francesco De Luca, Carlo Favalli, Andrea Marinetti, Fulvio Abbonato, Nicola Cardarelli, Lucrezia Julie Bellon mentre per l’attività di due diligence finanziaria è stata svolta dal team diretto da Giovanni Poggio e composto da Ignazio Cirillo e Lorenzo Vescovi.

Nctm Studio Legale ha affiancato il team di AEB – guidato dal Presidente di AEB Loredana Bracchitta e dal Responsabile Affari Legali e Societari Carlo Corneo – con un team coordinato dai partner Carlo Grignani e Matteo Trapani, coadiuvati dalla salary partner Laura Cinquini e dall’associate Cesare Saputo.

GOP e PwC TLS con A2A nell’acquisizione di Agripower

Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners ha assistito – insieme a PwC TLS Avvocati e Commercialisti per gli aspetti fiscali – A2A nell’acquisizione di Agripower, una delle principali piattaforme italiane nonché player di riferimento  per le attività di operation and maintenance di impianti di generazione elettrica da biogas, con oltre 60 strutture in gestione.

L’operazione, avvenuta attraverso la controllata Linea Group Holding (LGH), costituisce per A2A un ulteriore passo in avanti nello sviluppo dell’economia circolare ed un nuovo tassello del processo iniziato nel 2018 con il progetto di aggregazione che ha dato alla luce la prima multiutility lombarda.

L’aggiudicazione dell’intero capitale sociale di Agripower è avvenuta nell’ambito della procedura di concordato preventivo presso il Tribunale di Bologna; il perfezionamento dell’operazione è previsto nei prossimi mesi in seguito al completamento dei relativi adempimenti e condizioni come da procedura di gara.

GOP ha assistito A2A con un team composto dai partner Francesco Puntillo e Francesco Bruno, coadiuvati dal Counsel Angelo Crisafulli per gli aspetti amministrativi, dagli associate Debora Abrardo, Giorgio Buttarelli, Isabella Neosi e Andrea Enni per gli aspetti corporate,  dal Counsel Maria Panetta e dall’associate Filippo Andreoni per gli aspetti financing, dagli associate Livia Saporito e Cristina Pulvirenti per gli aspetti labour.

Il gruppo A2A è stata inoltre assistita da PwC TLS e PwC Deals nell’attività di due diligence finanziaria, fiscale e payroll ed offrendo supporto nella definizione del modello finanziario.

PwC TLS ha operato con un team guidato da Claudio Valz con il coinvolgimento della Director Piera Penna, del Director Marzio Scaglioni e della Senior Manager Sara Zeppola. PwC Deals ha supportato per le attività di due diligence finanziaria con un team guidato dal Partner Giovanni Poggio e dal Director Ignazio Cirillo.

GOP e Nctm nel progetto di partnership territoriale tra A2A e Ambiente Energia Brianza

Il Gruppo A2A – assistito dallo studio legale internazionale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners – e Ambiente Energia Brianza (AEB) – assistita da Nctm – hanno definito il percorso di studio di fattibilità per la realizzazione del progetto di partnership territoriale che coinvolge le due multi-utility lombarde.

I Consigli di Amministrazione di Unareti (controllata al  100%  da  A2A)  e  di  AEB  hanno approvato un  progetto di aggregazione da realizzarsi attraverso un’operazione di scissione parziale di Unareti in favore della beneficiaria AEB, relativo a un ramo che sarà costituito da alcuni asset di distribuzione gas  nelle province di Milano e Bergamo e dall’intera partecipazione nella società dedicata alle attività di illuminazione pubblica. Il progetto prevede inoltre che, al completamento del percorso di aggregazione, A2A faccia il proprio ingresso nel capitale di AEB con una quota del 33,5%, mentre la maggioranza del capitale sociale di AEB rimarrebbe nelle mani dei Comuni attualmente soci di AEB, con il Comune di Seregno in ruolo di capofila della compagine sociale. L’aggregazione è ispirata a obiettivi di competitività e di vocazione territoriale dei servizi svolti, con particolare riferimento alle reti di distribuzione (gas, elettriche) e all’illuminazione pubblica.

Il progetto di partnership è soggetto all’approvazione dei Consigli Comunali, dell’assemblea degli  azionisti di AEB e del Consiglio di Amministrazione di A2A, al completamento delle attività di due diligence e alla clearance antitrust.

GOP ha assistito il Gruppo A2A con un team guidato dal partner Francesco Puntillo e composto dal partner Francesco Bruno, dal counsel Alessio Contini Cadeddu e dall’associate Lorenzo Ottaviani, nonché, per gli aspetti amministrativistici, dal counsel Angelo Crisafulli e dall’associate Lorenzo Piscitelli.

Nctm Studio Legale ha assistito AEB con un team coordinato dai partner Carlo Grignani e Matteo Trapani, coadiuvati dalla salary partner Laura Cinquini e dal trainee Cesare Saputo.

Legance e Allen & Overy nel primo green bond di A2a

Legance e Allen & Overy hanno assistito rispettivamente A2A e gli istituti finanziari nell’emissione del  primo green bond nell’ambito del Green Financing Framework recentemente pubblicato dalla società.
Il green bond da 400 milioni di euro ha una durata di 10 anni e una cedola annua pari a 1% ed è stato collocato ad un prezzo di emissione di 98,693%, con uno spread di 105 punti base rispetto al tasso di riferimento mid swap.

I proventi netti derivanti dall’emissione andranno a finanziare e/o rifinanziare progetti di sostenibilità ambientale relativi all’economia circolare, alla decarbonizzazione e alla smartness nelle reti e nei
servizi: investimenti nel trattamento dell’acqua e dei rifiuti, nello sviluppo dell’energia rinnovabile, nell’efficienza energetica, nel trasporto sostenibile e nell’ammodernamento delle reti.
Legance ha assistito A2A con un team composto dal senior partner Andrea Giannelli, dal senior counsel Antonio Siciliano, dall’associate Alice Giuliano e, per gli aspetti fiscali, dal Senior Counsel Francesco Di Bari e dall’associate, Antongiuseppe Maria Morgia. Allen & Overy ha assistito i Joint Bookrunners fra cui Banco Bilbao Vizcaya Argentaria, S.A., BNP Paribas e Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A., con un team guidato dai partner Craig Byrne e Cristiano Tommasi, del dipartimento International
Capital Markets, coadiuvati dalla counsel Alessandra Pala e dalla trainee Cristina Palma.
Michele Milanese, counsel del dipartimento Tax, ha curato i profili fiscali dell’operazione.

[usr3]