Tutti gli studi nel passaggio di Sorgenia a F2i e Asterion

LinkedIn

Il terzo fondo di F2i e Asterion Capital Partners hanno vinto l’asta per Sorgenia.

Il cda di Nuova Sorgenia Holding, la società che controlla il 99,9% del capitale di Sorgenia e i cui azionisti sono Banco Bpm (33,2%), Intesa Sanpaolo, Banca Mps, Ubi Banca e Unicredit (16,67% a testa), ha accettato il 23 dicembre l’offerta dei due fondi. In gara vi erano anche Iren, A2a in consorzio con la ceca Eph e il gruppo inglese ContourGlobal.

Nuova Sorgenia Holding è stata assistita nell’operazione da Molinari e Associati con un team composto dai soci Ugo Molinari, Margherita Santoiemma e Alessandro Fontana, nonché dalla senior associate Francesca Battistutta e dall’associate Paolo Pisani.

Chiomenti ha assistito F2i Sgr con un team guidato dai partner Giulia Battaglia e Antonio Tavella, con anche la partecipazione del senior independent counsel Michele Carpinelli, insieme ai partner Luca Frignani e Carola Antonini e ai senior associate Corrado Borghesan e Mario Pelli Cattaneo. Il partner Francesco D’Alessandro ha seguito gli aspetti di diritto penale e il counsel Antonino Guida gli aspetti fiscali.

Per il team legal di Sorgenia hanno agito la general counsel Angelica Orlando e Caterina Antenucci.
Lo studio Herbert Smith Freehills ha assistito Sorgenia e il management nel processo di vendita con un team composto dal partner Lorenzo Parola, dalla senior associate Teresa Arnoni e dall’associate Giulia Musmeci.

Lo studio legale internazionale Ashurst ha assistito Asterion con un team guidato dal partner Carloandrea Meacci e composto dalla counsel Annamaria Pinzuti per gli aspetti M&A e dalla partner di diritto amministrativo Elena Giuffrè; il team ha incluso anche l’associate Paolo Gallarà, e i trainee Fabrizio Bergo e Arianna Mauri.

LED Taxand ha assistito Asterion Capital Partners per tutti i temi inerenti le questioni fiscali di struttura con il team costituito dal partner Paolo Ruggiero, dal director Francesco Cardone e dalla manager Erminia Procopio: “questa operazione” aggiunge Ruggiero “rappresenta una delle operazioni più importanti di consolidamento nel settore energetico da realizzarsi nel 2020: Sorgenia è uno dei primi produttori di energia elettrica e grazie al conferimento di oltre 400 Mw di asset eolici e a biomassa e all’ingresso di F2i e Asterion, diventerà senza dubbio uno dei principali protagonisti anche nel campo delle rinnovabili”.

Share.

Comments are closed.