TAR Puglia

DLA Piper vince al Tar Lecce e sblocca il Paur per lo sviluppo del fotovoltaico

Con una sentenza del tutto innovativa depositata l’11 agosto 2020, il TAR Puglia – Lecce ha accolto il ricorso promosso da una società operante nel settore delle energie rinnovabili, assistita da DLA Piper, e annullato la dichiarazione di inammissibilità dell’istanza di PAUR, opposta dalla Provincia.

La sentenza costituisce un precedente importante non solo perché sblocca l’iter autorizzativo per lo sviluppo dell’impianto fotovoltaico in questione, ma anche perché è suscettibile di applicazione per tutti i progetti di realizzazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile in via di sviluppo con il PAUR (Procedimento Autorizzativo Unico Regionale).  Il TAR ha infatti definitivamente riconosciuto che in Regione Puglia (ove la Provincia è l’autorità competente in materia di VIA) la stessa Provincia è automaticamente competente al rilascio del PAUR ed è tenuta a dare immediata applicazione al relativo procedimento, senza necessità di un ulteriore intervento normativo o regolamentare regionale.

Conseguenza automatica della sentenza è l’obbligo della Provincia di dare avvio al procedimento PAUR, procedendo con le pubblicazioni di legge e con la conseguente comunicazione a tutti gli Enti competenti, e di concludere il procedimento con il rilascio dell’autorizzazione unica regionale quale titolo a costruire ed esercire l’impianto.

DLA Piper ha agito con il team di diritto amministrativo composto dalla partner Germana Cassar e dall’avvocato Mattia Malinverni.

Legance vince al Tar per Aeroporti di Puglia

Legance con un team composto dal partner Alessandro Botto, dalla counsel Raffaella Zagaria, dal senior associate Giacomo Testa e dall’associate Ivano Siniscalchi ha difeso con successo Aeroporti di Puglia nel giudizio promosso innanzi al TAR Puglia (Bari) da un primario operatore nel settore dell’handling aeroportuale.

 

La causa aveva ad oggetto l’annullamento del provvedimento di esclusione dalla gara indetta dal gestore aeroportuale per l’affidamento del servizio di noleggio, manutenzione full service e servizi connessi sul parco macchine operatrici aeroportuali degli aeroporti di Bari, Brindisi, Foggia e Grottaglie.

Il TAR, con sentenza, 24 ottobre 2019, n. 1381, accogliendo le difese di Aeroporti di Puglia e confermando la legittimità dell’operato del gestore aeroportuale, ha rigettato il ricorso ed ha condannato parte ricorrente alla rifusione delle spese processuali.

Legance vince al Consiglio di Stato per Aeroporti di Puglia

Legance – Avvocati Associati, con un team composto dal partner Alessandro Botto, dalla counsel Raffaella Zagaria e dal senior associate Giacomo Testa ha difeso con successo Aeroporti di Puglia nel giudizio di appello promosso innanzi al Consiglio di Stato, per la riforma della sentenza del TAR Puglia – Bari, n. 67 del 18 gennaio 2019.

L’appellante, società che ha agito in qualità di titolare della proposta di aggiudicazione della gara per l’affidamento del servizio di manutenzione, assistenza e servizi accessori delle macchine operatrici aeroportuali degli aeroporti pugliesi, aveva impugnato la sentenza con la quale il giudice di prime cure aveva riconosciuto la legittimità della revoca della gara, disposta dal gestore aeroportuale per mutate esigenze gestionali.

Il Consiglio di Stato, accogliendo le difese di Aeroporti di Puglia, ha confermato integralmente la sentenza di primo grado, condannando l’appellante al pagamento delle spese processuali.

 

Delfino Willkie Farr & Gallagher vince con Yilport Holding al TAR Puglia

Lo studio Delfino e Associati Willkie Farr & Gallagher LLP ha assistito la multinazionale turca Yilport

Al termine di una lunga ed articolata fase cautelare, la prima sezione del TAR Puglia – Lecce ha respinto la domanda avanzata dal Consorzio Southgate Europe Terminal volta a sospendere la procedura di assegnazione della concessione del compendio demaniale del “Molo Polisettoriale” nel Porto di Taranto alla società Yilport Holding A.S.

Il Consorzio Southgate lamentava l’irregolare sospensione della procedura di confronto inizialmente avviata dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Jonio – Porto di Taranto con lo strumento del dialogo competitivo e la successiva scelta dell’Autorità portuale di avviare una seconda procedura selettiva alla quale partecipava la sola Yilport Holding.

I giudici, accogliendo in pieno le difese svolte dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Jonio – Porto di Taranto e dalla Yilport Holding, hanno evidenziato la specialità della procedura impostata sul Codice della navigazione e la violazione di regole processuali da parte del Consorzio Southgate.

Lo Studio Legale Delfino e Associati Willkie Farr & Gallagher LLP ha assistito la Yilport Holding con un team guidato dal Partner Maurizio Delfino, e formato dal Partner Riccardo Sciaudone, dal Partner Luca Leonardi e dalle Associate Eleonora Caravà ed Elena Meloni. Nel collegio difensivo sono stati coinvolti anche gli avvocati Paolo Gaballo e Andrea Mozzati.

Iscriviti alla newsletter