sace

Finanziamento Sace a Giochi Preziosi: gli studi legali coinvolti

Gattai Minoli Agostinelli & Partners e DLA Piper sono gli studi legali coinvolti nel finanziamento a medio-lungo termine per complessivi euro 85 milioni concesso da un pool di finanziatori composto da UniCredit, in qualità di global coordinator, facility agent e SACE agent, Banco BPM, Intesa Sanpaolo, UniCredit e Cassa Depositi e Prestiti, in qualità di arrangers, bookrunners e finanziatori originari, in favore di Giochi Preziosi S.p.a..

Il finanziamento, assistito dalla c.d. “Garanzia Italia” emessa da SACE S.p.A. ai sensi e per gli effetti del D.L. n. 23/2020, è destinato a finanziare investimenti, capitale circolante, costi del personale e affitti in Italia sostenendo il gruppo nella fase di ripresa post emergenza sanitaria e continua crescita.

I due studi sono stati altresì coinvolti nell’attività di assistenza legale volta alla revisione dei connessi aspetti del finanziamento a medio-lungo termine, per complessivi euro 250 milioni, sottoscritto in data 10 giugno 2019, tra, inter alios, Giochi Preziosi S.p.a., in qualità di beneficiario, da un lato e Banca IMI, Banco BPM, Intesa Sanpaolo e UniCredit, tra le altre cose, in qualità di banche finanziatrici, dall’altro lato.

DLA Piper ha assistito il pool dei finanziatori con un team coordinato dal partner Ugo Calò, Head of Financial Services Sector, e composto dagli avvocati Pietro Paolo D’Ippolito e Flavia Pertica e da Francesco Cerri, che hanno curato gli aspetti relativi alla strutturazione e negoziazione del finanziamento e della documentazione finanziaria ancillare dello stesso.

Gattai Minoli Agostinelli & Partners ha assistito Giochi Preziosi con un team guidato dai partner Lorenzo Vernetti e Andrea Taurozzi e dagli associate Federico Tropeano e Jacopo Bennardi per gli aspetti connessi all’operazione di finanziamento.

Gop e Orrick nel finanziamento da 90 milioni con garanzia Sace a Geox

Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners e Orrick hanno prestato la loro assistenza nell’ambito dell’operazione di finanziamento per un importo complessivo pari a euro 90 milioni stipulata in data 30 luglio 2020 a favore di GEOX S.p.A..

Il finanziamento è garantito per l’90% dell’importo complessivo da Sace ai sensi delle disposizioni del Decreto Liquidità.

GOP ha assistito Intesa Sanpaolo (che ha agito come Bookrunner, Mandated Lead Arranger, Banca Agente e Agente Sace) e BNL Gruppo BNP Paribas (come Mandated Lead Arranger) con un team guidato dal partner Matteo Gotti, coadiuvato dal senior associate Daniele Mari. I profili fiscali sono stati seguiti dal partner Fabio Chiarenza e dalla counsel Francesca Staffieri.

Orrick ha assistito GEOX S.p.a. con un team guidato dai partner Raul Ricozzi e Marco Dell’Antonia, coadiuvati da Giovanni Leoni, of counsel, e Camillo Melotti Caccia, managing associate, per gli aspetti fiscali.

Chiomenti e BonelliErede nel finanziamento Sace a Fashion Box (Replay) da 40 milioni di euro

Fashion Box ha definito con un pool di banche costituito da Unicredit (banca capofila dell’operazione), Banco BPM, Banca Monte dei Paschi di Siena ed Intesa SanPaolo un finanziamento di 40 milioni di euro nell’ambito del programma Garanzia Italia di Sace.

Il finanziamento è volto al sostegno del piano di crescita del Gruppo Fashion Box, fondato nel 1981, che opera con i marchi Replay, Replay & Sons e We Are Replay nel settore abbigliamento denim e smart casualwear.
Chiomenti ha assistito UniCredit (in qualità di Agente), Banco BPM, Banca Monte dei Paschi di Siena ed Intesa Sanpaolo con un team guidato dal managing counsel Riccardo Rossi, coadiuvato dall’associate Giulia Lamon (per gli aspetti relativi al finanziamento), con la counsel Sara Cerrone e l’associate Camilla Culiersi (per gli aspetti hedging) ed il partner Raul-Angelo Papotti con gli associate Simone Schiavini e Margherita Pittori (per gli aspetti fiscali).
BonelliErede ha agito al fianco di Fashion Box con un team guidato dai partner Fulvio Marvulli ed Emanuela Da Rin e composto dal senior associate Federico Cocito e da Allegra Arvalli.

Finanziamenti alle imprese, alle banche serve almeno un mese e mezzo per il via libera

Stefano Cassella, CEO di Arcus Financial Advisors, spiega quali sono le criticità per le imprese per ottenere i finanziamenti dalle banche, così come regolamentati dal Decreto Liquidità.

“Dal momento in cui presentiamo la documentazione alla banca, senza criticità ulteriori stimiamo almeno un mese o un mese e mezzo per il via libera al finanziamento. Teniamo presente che, se l’azienda rientra nella procedura semplificata, la Sace è tenuta a dare la garanzia nel giro di due giorni. Quindi, l’ostacolo è arrivare in tempi rapidi all’approvazione da parte della banca. Il punto è che il sistema previsto dal decreto Liquidità ha allocato tutta la responsabilità della gestione della pratica agi istituti finanziatori, che si trovano a svolgere questa attività come se fosse una normale operazione di finanziamento. Per fornire liquidità alle banca la struttura più idonea per i finanziamenti sarebbe stata quella di revolving capital”.

Carbonetti e Associati per la consulenza a Sace

Lo Studio Legale Carbonetti e Associati si aggiudica la gara ad evidenza pubblica per la assistenza e la consulenza legale biennale a SACE S.p.A. e alle società da essa controllate per le seguenti aree: diritto civile e societario, inclusi aspetti di corporate governance; normativa italiana ed europea in materia di concorrenza e aiuti di stato; regolamentazione italiana rilevante per il gruppo, anche con riferimento a iniziative od operazioni di rilievo strategico.

Come noto, Sace S.p.A., società interamente controllata da Cassa Depositi e Prestiti S.p.A., opera nell’attività di assicurazione e garanzia dei rischi ai quali sono esposti gli operatori nazionali nella loro attività con l’estero e di internazionalizzazione dell’economia italiana. Le società controllate SACE BT S.p.A., SACE FCT S.p.A. e SACE SRV S.r.l. svolgono, rispettivamente, attività di assicurazione del credito a breve termine, factoring e smobilizzo dei crediti e recupero del credito in Italia e all’estero.
Questo importante risultato – ha precisato il name partner prof. Francesco Carbonetti – premia il percorso di crescita dello Studio e l’accentuata specializzazione ed esperienza dei suoi professionisti nel fornire supporto legale a gruppi societari altamente regolamentati.

Iscriviti alla newsletter