roma

Nasce lo studio legale Napoletano Ficco & Partners

Lo Studio Legale Napoletano dell’avv. Enrico Napoletano continua il suo percorso di crescita e grazie all’esperienza e la competenza dell’avv. Paola Ficco diventa Studio Legale Napoletano Ficco & Partners con una nuova struttura e un team di professionisti giovane e dinamico, con una sede prestigiosa nel cuore di Roma.

Lo studio si distingue per la particolare esperienza e specifica competenza sia in settori innovativi, come la litigation PR e la legal communication, che nell’ambito di aree più tradizionali quali quella della salvaguardia della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, della tutela del patrimonio, pubblico e privato, della Pubblica Amministrazione nonché del diritto societario e fallimentare – e nel settore Ambientale – della gestione dei rifiuti, degli scarichi idrici, delle emissioni in atmosfera e nell’elaborazione della documentazione amministrativa di settore.
“L’unione tra le nostre due forze professionali sotto un’unica firma nasce dalla volontà di offrire ai nostri clienti un’assistenza completa, combinando la competenza, l’elevata specializzazione e la profonda conoscenza della complessa normativa ambientale grazie a un team che oggi diventa ancora più efficiente.

Siamo orgogliosi di essere l’unico studio al servizio di Assomineraria, associazione Confindustriale del comparto minerario e petrolifero, di cui siamo Soci. Tra i progetti per il futuro, la partnership con uno degli studi newyorkesi emergenti, Mendelson LF, con cui abbiamo pianificato alcuni temi ambientali da sviluppare sull’asse italo-americano e una serie di eventi per tutto il 2020 sui temi dell’economia circolare e decommissioning, oltre a un ampio ventaglio di tematiche di stretta attualità.”, dichiarano l’avv. Enrico Napoletano e l’avv. Paola Ficco.

Lo studio legale Napoletano Ficco & Partners ha la sua sede prestigiosa nel quartiere Prati di Roma, in viale Mazzini 73.

Gitti and Partners apre a Roma

Lo studio Gitti and Partners apre ufficialmente una propria sede a Roma. Nella sede romana dello Studio saranno operativi Giacomo Pansolli (M&A), Roberto Giustiniani (infrastrutture), Emanuele Li Puma (energy/contenzioso) ed Eugenio Maria Mastropaolo (regulatory).

Per Gregorio Gitti, Stefano Roncoroni e Vincenzo Giannantonio, membri del comitato esecutivo, la sede romana dello studio fungerà da HUB per tutte le tematiche riguardanti le Giurisdizioni Superiori, le relazioni istituzionali oltre che per consentire a tutti i Soci un più efficace e diretto rapporto con la clientela basata e/o operante su Roma e regioni limitrofe.

Rödl & Partner con NABA per l’apertura della sede romana

Rödl & Partner, con l’avvocato Gennaro Sposato, partner, ha assistito la prestigiosa accademia di belle arti NABA per l’apertura della nuova sede di Roma che si affiancherà a quella di Milano.

Situata all’interno di due edifici storici dei primi del Novecento nel quartiere emergente e post-industriale dell’Ostiense, la nuova sede si sviluppa su 3700 metri quadrati di superficie e, già a partire dal prossimo autunno, offrirà corsi di studi nelle aree di Fashion Design, Graphic Design & Art Direction, Media Design e Arti Multimediali, Pittura e Arti Visive.

Rödl & Partner ha assistito NABA nella negoziazione del contratto di locazione commerciale e per l’adeguamento strutturale dell’immobile che ospiterà la sede romana dell’accademia e che è stato stipulato con la società gestrice dell’immobile, facente parte del gruppo Feidos S.p.A, società di real estate finance.

 

Nunziante Magrone cresce su Roma con l’ingresso di Laura Schiuma in qualità di of counsel

Lo studio legale Nunziante Magrone cresce su Roma con l’ingresso del prof. Avv. Laura Schiuma in qualità di of counsel.

Laura Schiuma è professore ordinario nell’Università di Perugia, dove insegna Diritto Commerciale e Diritto industriale e della proprietà intellettuale. Esperta di Diritto Societario, vanta una specifica expertise nel campo della governance delle società (quotate e non) e degli enti non societari. È componente del comitato scientifico dell’Istituto per il governo societario (IGS). Insegna a contratto anche nell’Università LUMSA di Roma.

In passato ha collaborato con Assonime e con studi professionali di primaria importanza, occupandosi principalmente di diritto societario e del mercato finanziario.

Questo nuovo ingresso, a pochi mesi da quello dei due nuovi soci Pietro Ilardi e Vieri Paoletti, si inserisce in un programma di forte crescita organica dello Studio volto a potenziare e consolidare diverse pratiche specialistiche del diritto societario. Più in particolare Pietro Ilardi collabora con la professoressa Schiuma anche presso l’Università.

Eversheds Sutherland vince contro il Parco Archeologico del Colosseo

Eversheds Sutherland ha assistito Alessandrini nel ricorso al TAR contro l’esclusione dalla gara per l’assegnazione dei lavori di recupero del Colosseo

Eversheds Sutherland, con Mariangela Di Giandomenico, Partner responsabile del dipartimento di diritto amministrativo, ed Enrica Cortelli, ha assistito l’Impresa Alessandrini, attiva nel settore dei beni culturali, nel ricorso proposto al TAR Lazio, Roma, contro l’esclusione dalla gara per l’assegnazione dei lavori di conservazione e recupero del Colosseo, indetta dal Parco Archeologico del Colosseo.

Il TAR, accogliendo le ragioni dell’impresa che era risultata aggiudicataria provvisoria,  ha ritenuto immotivata la verifica di anomalia sull’offerta di Alessandrini condotta dal Parco e ha annullato (con sentenza n. 2413 del 22.2.2019) la relativa esclusione dalla gara dell’impresa. Ciò sulla base del principio per cui la verifica facoltativa dell’offerta anormalmente bassa impone l’indicazione espressa all’impresa degli “elementi specifici” di anomalia della propria offerta, in modo da garantire un corretto contraddittorio, in particolare indicando all’impresa i prezzi dell’offerta ritenuti dubbi da giustificare.

Il Tar ha anche respinto la richiesta di estromissione dal giudizio del  MIBAC, perché il Parco rientra comunque nella generale organizzazione del Ministero.

Il Parco Archeologico del Colosseo e il Ministero sono stati assistiti dall’Avvocatura generale dello Stato.

Nuova sede romana Studio Legale Cafiero Pezzali

A coronamento della crescita che ha preso avvio nel 2016, lo Studio Cafiero Pezzali e Associati, con sedi a Roma, Milano e Firenze, ha trasferito la propria sede romana in via della Conciliazione 10, all’interno di un immobile di proprietà della Santa Sede.

Nell’ottica di un continuo incentivo alla crescita e di offrire alle imprese un servizio completo, anche nella gestione delle crisi, lo Studio ha istituito un’area dedicata al diritto tributario, costituita da nuovi professionisti sotto la direzione del dott. Maurizio Montoro, nonché un area dedicata alla gestione del patrimonio immobiliare delle imprese coordinata da esperti del settore.

Lo Studio, infine, ha registrato ampi margini di crescita nel settore privacy, in particolare con riferimento al diritto del lavoro, grazie anche all’ingresso di nuove risorse, assistendo diversi enti pubblici, imprese e fondi previdenziali.

GIM Legal avvia la practice di White Collar Crime

GIM Legal si rafforza ulteriormente con l’ingresso di Patrizia Di Fulvio in qualità di Of Counsel, nella sede di Roma.

GIM Legal STA S.r.l., studio altamente specializzato nella consulenza legale e regolamentare a favore di clienti operanti nei settori finanziario, assicurativo, capital markets e real estate, si rafforza ulteriormente grazie all’ingresso di Patrizia Di Fulvio in qualità di Of Counsel, nella sede di Roma.

L’Avv. Patrizia Di Fulvio si occupa principalmente di diritto penale dell’economia, diritto penale societario, dei mercati finanziari, di responsabilità amministrativa da reato degli enti ai sensi del D. Lgs. 231/2001 e di criminalità informatica.

In tali ambiti, ha svolto e svolge sia attività di assistenza e difesa giudiziale, sia attività di compliance e consulenza preventiva, per gestire il “rischio penale”.

Avvocato dal 2003, è abilitata al patrocinio davanti alla Corte di Cassazione e alle altre Giurisdizioni Superiori dal 2016.

Prima di entrare in GIM Legal, ha fondato un proprio Studio Legale ed è stata Of Counsel dello Studio Legale milanese Luca Santa Maria & Associati.

“L’ingresso di una professionista esperta e riconosciuta come Patrizia Di Fulvio nel campo del diritto penale dell’impresa consentirà a GIM Legal di mettere a disposizione della clientela una qualificata expertise che si rivela preziosa nello sviluppo degli affari a partire dalla fase di strutturazione di nuove operazioni e business”, ha commentato Luigi Rizzi, Managing Partner.

Accordo di integrazione tra Gianni Nunziante e Nunziante Magrone

Gianni Nunziante e tutti i professionisti della storica sede di Milano di Ughi e Nunziante si integrano con Nunziante Magrone. La nuova realtà punta a breve a riunire 100 professionisti e ad affermarsi tra i primi studi legali italiani.

La storica sede di Milano‎ di via Zenale dello studio legale Ughi e Nunziante, con tutti i suoi professionisti ed il co-fondatore della firm l’Avv. Gianni Nunziante, si separa dalla sede di Roma e si integra con Nunziante Magrone.

L’iniziativa coinvolge complessivamente 80 risorse professionali, delle quali 50 a Milano ed aspira a riunire nel breve periodo, sotto una comune denominazione, più di 100 professionisti.

“Si tratta di un progetto importante che mira a creare un gruppo di avvocati coeso e a ridisegnare il panorama degli studi legali italiani. A suggello dell’operazione è stata presentata l’insegna con la quale ci presentiamo sul mercato”, ha dichiarato l’avv. Gianni Nunziante.

 

Pavia e Ansaldo per “Focus on Africa: sicurezza alimentare, tutela ambientale e sviluppo sostenibile”

Nuove prospettive per le istituzioni e le imprese italiane al business forum organizzato con Confindustria Assafrica & Mediterraneo e l’Università Campus Bio-Medico di Roma.

Lo Studio legale Pavia e Ansaldo, in collaborazione con Confindustria Assafrica & Mediterraneo e con il Campus Bio-Medico di Roma, ha organizzato il seminario “Focus on Africa. Sicurezza alimentare, tutela ambientale e sviluppo sostenibile: nuove prospettive per le istituzioni e le imprese italiane”, in corso oggi, martedì 12 giugno, presso l’Associazione Civita, Palazzo Generali, Piazza Venezia 11, Roma.
[auth href=”https://www.lefonti.legal/registrazione/” text=”Per leggere l’intero articolo devi essere un utente registrato.
Clicca qui per registrarti gratis adesso o esegui il login per continuare.”]

Si tratta di un’occasione unica di incontro e di confronto sulle tematiche legate all’agroindustria ed alla sicurezza alimentare in Africa, e ai rischi per la salute che possono derivare ai consumatori dall’utilizzo di prodotti agroalimentari di incerta qualità e dubbia provenienza. Al centro del forum anche energia, acqua e sviluppo sostenibile, temi rispetto ai quali molti Paesi africani stanno incrementando piani di sviluppo di interesse per il settore privato ed, in particolare, per quello italiano.
Saranno inoltre approfondite modalità di finanziamento dei progetti industriali in tali ambiti, attraverso gli strumenti messi a disposizione dalle principali istituzioni finanziarie italiane.
L’evento, che si aprirà con i saluti di Raffaele Calabrò, dell’Università Campus Bio-Medico di Roma e di Pier Luigi D’Agata, di Confindustria Assafrica & Mediterraneo, vedrà la partecipazione di diversi Ambasciatori e rappresentanti di spicco delle Ambasciate africane a Roma che realizzeranno un importante momento di Networking con le aziende italiane. Seguirà un keynote speech di Luigi Scordamaglia, Presidente di Federalimentare.
Il convegno, moderato da Laura De Gara, dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, dal Professor Francesco Bruno, partner dello Studio legale Pavia e Ansaldo, da Diego Barba, dell’Università Campus Bio-Medico di Roma e dall’Avvocato Mario Di Giulio, partner dello Studio legale Pavia e Ansaldo, sarà costituito da quattro diversi panel, ognuno dei quali legati ad un fondamentale aspetto della sicurezza alimentare, sia normativo che scientifico ed economico.
“In Africa spesso la penuria di cibo è legata all’assenza di adeguate tecniche di coltivazione e conservazione” – ha dichiarato l’Avvocato Mario Di Giulio, partner dello Studio legale Pavia e Ansaldo – “Il cibo è a volte fin troppo biologico nel senso che l’assenza di adeguati trattamenti fa sì che i raccolti siano infestati da contaminanti naturali che li rendono non edibili o nocivi alla salute. Il nostro convegno espone – tra l’altro – le tecnologie ideate e create dai nostri centri di ricerca e dalle università e pone una particolare attenzione sul rispetto dell’uomo e della natura, quale unica chiave per debellare la fame e assicurare un futuro, non solo all’Africa ma all’intera umanità”.
“Il contesto legale internazionale sulla food safety si sta evolvendo verso un diritto globale, in cui sono protagonisti assoluti gli Stati, le istituzioni internazionali, ma soprattutto le imprese. Tale nuovo ruolo delle aziende che intendono investire in Africa presuppone la conoscenza di strumenti giuridici, tecnici ed economici che contemplano una diversa visione del business, per un verso radicato sul made in Italy e la qualità delle produzioni, per l’altro aperto a nuovi mercati e frontiere, nonché fortemente legato ad innovazioni di processo”, ha aggiunto il Professor Francesco Bruno, partner dello Studio legale Pavia e Ansaldo.
“L’Italia è leader mondiale in molti segmenti dell’agribusiness. Ma accanto alle innovazioni di prodotto e di processo occorre innestare in Africa la cultura industriale italiana ed il modello della PMI, per assicurare uno sviluppo sostenibile e compatibile con le necessità di un continente che nel medio periodo avrà una rilevante crescita demografica ed una classe media sempre più ampia ed a bisogni crescenti” ha sottolineato Pier Luigi d’Agata, Direttore Generale di Confindustria Assafrica & Mediterraneo.
“Oggi parliamo di sicurezza alimentare con il pensiero rivolto all’Africa, mentre alle nostre latitudini ragioniamo di disturbi del comportamento alimentare, obesità ma anche di malnutrizione negli anziani – ha spiegato nel suo intervento il rettore dell’Università Campus Bio-Medico, prof. Raffaele Calabrò – In questo scenario, come Università, siamo chiamati a formare e aggiornare i professionisti e gli imprenditori di oggi e di domani: una missione educativa, una sfida e una responsabilità che avvertiamo con pienezza. Restituire senso e valore alle parole innovazione e sostenibilità è un compito che cerchiamo di portare avanti ogni giorno insieme ai ragazzi che frequentano i nostri corsi di laurea in Scienze dell’alimentazione e nutrizione umana”.
“Il miglioramento dello stile alimentare, in termini di salubrità e sicurezza, deve prevedere un lavoro di formazione e informazione rivolto alla popolazione” – sottolinea la prof. Laura De Gara, Presidente del corso di Laurea magistrale in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana dell’Università Campus Bio- Medico di Roma. “Anche in Africa, interventi di educazione alimentare, adeguati ai contesti specifici, possono essere un valido strumento per il miglioramento delle condizioni di salute della popolazione. In questo contesto, una più stretta collaborazione, anche basata su scambi di studenti, docenti e ricercatori, tra università ed enti di ricerca italiani e africani può rappresentare un nuovo modello di cooperazione internazionale potenzialmente molto efficace”.

[/auth]

Nuova sede a Roma per lo studio legale Liparota/Vazzana

Lo studio legale Liparota/Vazzana ha inaugurato la nuova sede in Via Antonio Bertoloni a Roma.

Lo studio legale Liparota\Vazzana & Partner, guidato dagli avvocati Fabio Liparota e Marianna Vazzana, ha inaugurato la nuova sede in Via Antonio Bertoloni 30 a Roma.
[auth href=”https://www.lefonti.legal/registrazione/” text=”Per leggere l’intero articolo devi essere un utente registrato.
Clicca qui per registrarti gratis adesso o esegui il login per continuare.”]Presente nella capitale sin dalla sua fondazione da parte dell’avv.Fabio Liparota nel 1994, lo studio legale Liparota\Vazzana & Partners è particolarmente focalizzato sulla consulenza nelle tematiche del diritto amministrativo. Gli altri due dipartimenti riguardano invece il diritto societario e del lavoro; lo studio si avvale della collaborazione di un team collaudato di esperti nelle varie discipline. Nel settore del contenzioso lo Studio opera innanzi a tutte le giurisdizioni civili anche superiori, amministrative ed arbitrali.
Lo Studio, per precisa volontà del fondatore, mantiene tutt’ora la dimensione di boutique legale, al fine di assicurare un’assistenza personalizzata e diretta ai propri clienti nelle attività da questi svolte in Italia ed in Paesi Esteri.

[/auth]

Iscriviti alla newsletter