energia

Distribuzione di energia e posa della banda larga: lo Studio Mainardis a fianco di SECAB

Lo Studio Legale Mainardis di Udine ha assistito SECAB Società Cooperativa nella stipula del contratto diretto alla costituzione di diritti d’uso in modalità I.R.U. in favore di OpEn Fiber

Rinnovabili, il Covid non frena la crescita

La pandemia ha rallentato la crescita energetica ma non le rinnovabili, che nel 2020 hanno rappresentato quasi il 90% dell’aumento della capacità totale di potenza a livello globale

Un team multidisciplinare di LS per la trasformazione di Rete Irene in Irene Società Benefit

Affiancata da LS, con un team guidato dai partner Franco Casarano (Presidente di LS) e Vincenzo Timpano per i profili corporate e dal partner Gabriele Baldi (affiliate professional della Scuola Sant’Anna)  per i profili ESG & Sustainability, Rete Irene – una rete di imprese operanti nel settore della riqualificazione energetica ed impiantistica del patrimonio edilizio esistente tutte aderenti ad Assimpredil ANCE – si è trasformata in Società Benefit.

 

I profili inerenti le metriche di economia circolare che caratterizzeranno l’operato della neo nata Società Benefit sono stati curati dal prof. Fabio Iraldo, ordinario di management della Scuola Sant’Anna e condirettore dell’Osservatorio Green Economy di Università Bocconi.

 

Attraverso una trasformazione eterogenea le imprese retiste, che gestiscono in maniera integrata gli interventi di efficientamento energetico e consolidamento antisismico, ammessi al Superbonus del 110%, curando anche gli aspetti connessi all’opzione per la cessione del credito  d’imposta o lo sconto in fattura, hanno perfezionato un cammino iniziato nel 2013 quando si costituirono in rete contratto, acquisendo poi nel 2019 soggettività giuridica per giungere oggi alla trasformazione in società di capitali di tipo benefit, così completando un percorso di rafforzamento e coniugando il proprio sviluppo economico e tecnologico con l’esercizio di attività di sensibilizzazione ai temi della protezione dell’ambiente, del risparmio energetico, dello sviluppo eco-sostenibile e dell’economia circolare.

Gatti Pavesi Bianchi ed Herbert Smith Freehills con Italgas e Marguerite III e Marguerite IV per il gas naturale in Sardegna

È stato perfezionato il closing fra Italgas S.p.A., assistito da Gatti Pavesi Bianchi, Marguerite III e Marguerite IV, assistiti da Herbert Smith Freehills Studio Legale, per l’ingresso del fondo infrastrutturale europeo nell’azionariato di Medea e Gaxa, le società del Gruppo Italgas che operano in Sardegna nell’ambito, rispettivamente, della distribuzione e della vendita di gas.

Il team legale di Italgas, principale operatore del settore della distribuzione del gas in Italia e terzo in Europa, è stato guidato da Alessio Minutoli, General Counsel, coadiuvato da Maria Carmela Macrì e da Federica Chiariello.

Marguerite III e Marguerite IV, fondi infrastrutturali a supporto dello sviluppo di progetti nei settori energetico, rinnovabili, trasporti e infrastrutture digitali, sono stati assistiti da Herbert Smith Freehills Studio Legale che ha messo in campo un team guidato dall’Avv. Lorenzo Parola e composto dall’Equity Partner Francesca Morra, per gli aspetti di diritto della concorrenza, dagli Associate Giacomo Gavotti, Andrea Coluzzi e Giulia Musmeci, per gli aspetti Corporate M&A, e dalla Senior Associate Teresa Arnoni e dall’Associate Vanessa Nobile, per gli aspetti di diritto amministrativo.

Santander Corporate & Investment Banking ha agito con il team composto da Stefano Cannizzaro, Roberto Segantin, Luca Bidut, Giovanni Labombarda ed Angelo Montalbano in qualità di advisor finanziario di Marguerite.

Gatti Pavesi Bianchi ha agito con un team a supporto di Italgas guidato dall’Equity Partner Paola Menicati, con il Counsel Vincenzo Di Ferdinando e l’associate Alessandra Gilio per gli aspetti Corporate M&A e, per la parte relativa ai finanziamenti, dal Partner Andrea Limongelli e l’associate Isabella Rognoni.

Gatti Pavesi Bianchi ed Herbert Smith Freehills con Italgas e Marguerite II per il gas naturale in Sardegna

Gatti Pavesi Bianchi ha assistito Italgas S.p.A. nella firma degli accordi con Marguerite II, assistita da Herbert Smith Freehills Studio Legale, per l’ingresso del fondo infrastrutturale europeo nell’azionariato di Medea e Medea Newco, le società del Gruppo Italgas che operano in Sardegna nell’ambito rispettivamente della distribuzione e della vendita di gas.

Il team legale di Italgas, principale operatore nel settore della distribuzione del gas in Italia e terzo in Europa, è stato guidato da Alessio Minutoli, General Counsel, coadiuvato da Maria Carmela Macrì e da Federica Chiariello.

Marguerite II, fondo infrastrutturale a supporto dello sviluppo di progetti nei settori energetico, rinnovabili, trasporti e infrastrutture digitali, è stato assistito da Herbert Smith Freehills Studio Legale che ha messo in campo un team guidato dall’Avv. Lorenzo Parola e composto dall’Equity Partner Francesca Morra, per gli aspetti regolatori, dalla Senior Associate Paola Merati e dagli Associate Giacomo Gavotti e Andrea Coluzzi, per gli aspetti Corporate M&A, e dalla Senior Associate Teresa Arnoni e dall’Associate Vanessa Nobile, per gli aspetti di diritto amministrativo. Sugli aspetti internazionali e finance dell’operazione sono stati coinvolti i Partner Martin Kavanagh e Kyriakos Fountoukakos, rispettivamente, delle sedi di Londra e Bruxelles di Herbert Smith Freehills.

Santander Corporate & Investment Banking ha agito con il team composto da Stefano Cannizzaro, Roberto Segantin, Luca Bidut, Giovanni Labombarda ed Angelo Montalbano in qualità di advisor finanziario di Marguerite II.

Gatti Pavesi Bianchi ha agito con un team a supporto di Italgas guidato dall’Equity Partner Paola Menicati, con il Counsel Vincenzo Di Ferdinando e l’associate Alessandra Gilio per gli aspetti Corporate M&A e, per la parte relativa ai finanziamenti, dal Partner Andrea Limongelli e l’associate Isabella Rognoni.

[usr3]

Herbert Smith Freehills accelera la crescita in Italia

Lo studio si espande anche nei settori TMT, energia e moda

A pochi mesi dall’apertura della sede milanese, Herbert Smith Freehills è già tra i leader del mercato italiano. Con una practice IP già fortemente consolidata nei settori Life Sciences e Biotech – in cui annovera tra i propri clienti colossi quali Gilead, Biogen, Roche, Takeda ed Eli Lilly – lo studio accresce la propria presenza in Italia anche nei settori TMT, energy, consumer goods e fashion – dove assiste importanti società quali Chevron, Eni, BAT, Casio e Trussardi.

Il consolidamento della nostra presenza in Italia – spiega Laura Orlando, managing partner della sede italiana – rientra in una precisa strategia di sviluppo. Se lo studio fin dall’apertura era già noto per il proprio posizionamento nel settore life sciences, le condizioni del mercato hanno consentito un rapido potenziamento anche in questi ulteriori settori, accelerando il percorso di espansione che avevamo pianificato”.

L’offerta di Herbert Smith Freehills è unica in Italia in quanto la practice IP ha una forte vocazione internazionale ed è realmente integrata con gli altri uffici all’estero attraverso un sistema di secondment interno, con legali provenienti dal Regno Unito e dall’India che lavorano nella sede milanese insieme agli avvocati italiani. Ciò fornisce allo studio una capacità impareggiabile di fornire assistenza cross-border e di gestire complessi contenziosi brevettuali multi-giurisdizionali.

A livello internazionale, Herbert Smith Freehills assiste EDF nella redazione e negoziazione degli accordi relativi alla costruzione di una nuova generazione di centrali nucleari nel Regno Unito (comprese le licenze IP). Fornisce, inoltre, una consulenza continuativa a BP in vertenze di natura commerciale o aventi ad oggetto diritti IP, ivi inclusa una contraffazione di marchi con violazione di ordini inibitori. Per Weir si è occupata della due diligence IP volta all’acquisizione del colosso americano Esco Corporation, operante nel settore minerario. Ha infine assistito Wesfarmers su questioni IP connesse all’acquisizione nel Regno Unito della catena di negozi Homebase e alla successiva cessione nel 2018, tra cui la redazione di contratti di licenza e la registrazione di marchi e design nel Regno Unito e nell’Unione Europea.