Formalize chiude un round da €15 mln, apre una sede in Italia e lancia una nuova piattaforma per le operazioni di compliance

Formalize ha in programma l’apertura della sede italiana a Milano e di triplicare il numero di dipendenti operativi in Italia.

I requisiti normativi imposti dall’UE alle istituzioni pubbliche e alle aziende hanno reso l’attività quotidiana di compliance un compito complesso e dispendioso in termini di tempo. Un aiuto in questo senso arriva anche in Italia dalla Danimarca: la startup Formalize, precedentemente nota come Whistleblower Software, ha infatti annunciato l’apertura di una sede in Italia, a Milano, e il lancio della piattaforma per le operazioni di compliance “Formalize”, per aiutare aziende e organizzazioni a gestire e semplificare l’attività di compliance.

L’annuncio è coinciso con il closing di un round di finanziamento Serie A da 15 milioni di euro guidato da Blackfin Tech, il ramo venture della francese BlackFin Capital Partners, società indipendente di private equity e venture capital focalizzata sugli investimenti in servizi finanziari e tecnologie di compliance, con oltre 3,5 miliardi di euro di asset in gestione.

Chi è Formalize

Fondata da Magnus Boye, Kristoffer Abell e Jakob Lilholm nel 2021 ad Aarhus, in Danimarca, con il nome di Whistleblower Software (mutato in Formalize dal 2024), ha sviluppato e lanciato una piattaforma di Whistleblowing (Whistleblower Software by Formalize), che consente ai dipendenti di un ente o azienda o a terze parti (per esempio un fornitore o un cliente) di segnalare in modo riservato e protetto eventuali illeciti riscontrati durante la propria attività, come frodi, corruzione o sessismo. Ora l’azienda sta ampliando la propria offerta di piattaforme nel settore delle attività di compliance, con l’obiettivo di diventare il principale fornitore di software di compliance in Europa. La piattaforma appena lanciata ottimizza i flussi di lavoro per la compliance e la valutazione del rischio (risk assessment) e automatizza i processi di conformità per GDPR, NIS2, ISO27001, SOC2 e altro ancora.

Dall’ultimo round di investimento del novembre 2022, Formalize ha più che quintuplicato il suo fatturato ed è cresciuta da 20 a 90 dipendenti. Già presente sul mercato italiano con un team operativo dalla Danimarca, Formalize ha aperto la filiale italiana a Milano e ha in programma di triplicare il numero di dipendenti operativi nel nostro Paese, con l’obiettivo di consolidarsi in Italia e diventare il principale fornitore di software di compliance in Europa.

“Visto l’aumento delle normative sulla compliance da parte dell’UE, l’approccio standard alla materia non è più sostenibile. Automatizzando gran parte dei processi di compliance, Formalize può aiutare le aziende a semplificare il lavoro senza compromettere la sicurezza offrendo la possibilità di personalizzare la piattaforma in base alle esigenze specifiche dell’azienda, dichiara Jakob Lilholm, founder e CEO di Formalize. Siamo felici di chiudere il nostro round con un investitore che condivide la nostra ambizione di diventare il principale fornitore di software di compliance in Europa. La richiesta di uno strumento che semplifichi il lavoro di compliance non è mai stata così forte e continuerà a crescere”.

“Con l’aumento delle esigenze delle organizzazioni in tutta l’UE, il potenziale di automazione dei processi di compliance e di reporting è enorme. Formalize ha dimostrato con il suo software di whistleblowing di essere in grado di creare un prodotto leader di mercato e di facile utilizzo, che consente a ogni professionista di risparmiare tempo rimanendo sempre al passo con la compliance e i requisiti normativi”, spiega Michele Foradori, Investment Director di BlackFin Tech.

Leggi anche...

Le Fonti TOP 50 2023-2024

I più recenti

Sentenza della Cassazione n. 21006/2024: se il vicino di casa ti mette ansia è stalking

ls lexjus sinacta

Taglio compensi avvocato del 70%: ecco cosa dice la sentenza della Corte di Cassazione

Legittimo Impedimento: la commissione giustizia approva il DDL

Niente cancellazione dall’albo per gli avvocati inadempienti alla formazione: il decreto attuativo è ancora mancante

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito legale.