Terapie avanzate, parola d’ordine: innovazione

In pochi anni LS CUBE Studio Legale ha imposto un nuovo modello di business nel settore del public policy, tradizionalmente riservato in Italia alle c.d. “lobbying firm”, offrendo servizi trasparenti ed innovativi, rigorosamente fondati sui contenuti e ponendo il proprio expertise regolatorio al centro delle attività, sul modello dei grandi studi legali statunitensi.
Il team di Legal Public Affairs, guidato da Rosanna Sovani, è composto da specialisti del public policy (anche non avvocati, tra Roma e Bruxelles) e si avvale del know how regolamentare dei vari team dello studio, nei settori industriali di specializzazione: Life Sciences, Financial Services e Automotive.

Quali le principali criticità e opportunità affrontate nel corso del 2020 relativamente al vostro settore legale di competenza?
Tra gli highlight del 2020 (oltre a significativi successi ottenuti per i nostri clienti anche in campi tradizionalmente complessi come quello della contraccezione d’emergenza), figura sicuramente il lavoro svolto nel settore delle Terapie Avanzate.
Le Terapie Avanzate (terapie geniche, CAR-T, etc.) ristabiliscono, correggono o modificano le funzioni fisiologiche compromesse, anche con la correzione di mutazioni su base genetica e rappresentano quindi un nuovo modello di medicina personalizzata, curativa, preventiva e predittiva. A differenza dei farmaci tradizionali, le Terapie Avanzate non si limitano a trattare le varie patologie ma, nella maggior parte dei casi, le guariscono con un unico trattamento. Hanno costi molto elevati, ai quali fanno però riscontro risparmi di lungo periodo ancora più elevati. Per questo rappresentano una priorità per il nostro Legislatore, che si sta misurando con la necessità di nuovi strumenti normativi ed economici adeguati al Cambiamento.
Abbiamo così ideato noi stessi e realizzato #VITA, un’alleanza tra le principali multinazionali farmaceutiche del settore, con l’obiettivo di avviare un cambiamento di paradigma nel Sistema Salute che consenta, grazie ad innovative soluzioni normativo-contabili (in corso di elaborazione anche con il supporto di illustri accademici) di abbattere le barriere che oggi impediscono di conciliare l’accesso a queste terapie da parte del più alto numero di pazienti, la sostenibilità economica del SSN e il ragionevole ritorno di investimento per le aziende.

Quali le nuove sfide per il 2021?
Tra le nuove sfide per il 2021, abbiamo sviluppato anche un ambizioso progetto per le Terapie Digitali, terapie nelle quali il principio attivo non è una molecola, ma un algoritmo terapeutico (software) che rappresenta l’elemento responsabile dell’effetto clinico. Innovazione, prima di tutto.

Scroll to top