Giuslavoristi

Online la Guida Le Fonti ai Top HR Director & HR Lawyers Italia 2021

Gli Hr Director e i giuslavoristi più influenti in Italia secondo Le Fonti. 60 eccellenze che hanno interpretato al meglio le sfide in atto, traghettando il mercato del lavoro verso nuove logiche operative

Fase 2: gli strumenti “anti contagio” per i datori di lavoro

Roberto Podda, partner di K&L Gates studio legale ed esperto del settore labour, spiega ai microfoni di Tempi Legali quali sono le misure di sicurezza che devono attuare i datori di lavoro a partire dalla cosiddetta fase 2.

“I datori di lavoro rischiano di incorrere in responsabilità insostenibili qualora si dovessero registrare contagi sul luogo di lavoro, che portano fino alla sospensione dell’attività produttiva. Tra gli strumenti a disposizione, la stella polare è rappresentata dal documento tecnico Inail del 22 aprile, che attribuisce un ruolo fondamentale al medico aziendale. Affiancato da specialisti, ha il compito di elaborare protocolli di sorveglianza sanitaria ad hoc per i lavoratori con il continuo monitoraggio dello stato di salute. L’obiettivo è creare una sorta di “camera sterile” sul luogo di lavoro. Un altro strumento molto importante su cui stanno ragionando diverse imprese è l’utilizzo dell’App per tracciare gli spostamenti dei lavoratori, nel rispetto della normativa privacy”.

Agi, al via i lavori del convegno nazionale

Entrano nel vivo i lavori del convegno nazionale degli avvocati giuslavoristi italiani – Agi, in corso a Verona nel Palazzo della Gran Guardia sino a domani. La mattinata è stata aperta dal presidente dell’Agi, Aldo Bottini, che ha letto i saluti inviati dal presidente della repubblica e dal ministro della giustizia.



Nel telegramma, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha sottolineato l’importanza del Convegno: «Quest’anno l’incontro organizzato dagli avvocati giuslavoristi italiani accende i riflettori sui mutamenti dell’attività lavorativa all’interno di un’economia in continua evoluzione. La riflessione sul lavoro che cambia è importante per consentire, a chi applica le regole del lavoro e a chi è chiamato a forgiarne di nuove, di cogliere gli snodi fondamentali posti dalla necessaria tutela della persona nei diversi contesti in cui il lavoro si esplica. Le nuove dimensioni spazio-temporali della società, i profondi cambiamenti che attraversano i territori, i rinnovati equilibri delle relazioni familiari pongono, infatti, il mondo del lavoro di fronte a nuove sfide».

Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha invece espresso la sua vicinanza al mondo del lavoro e agli avvocati giuslavoristi nella consapevolezza che nel momento in cui «il lavoro rappresenta la massima espressione della realizzazione della persona per sé stessa e all’interno del gruppo sociale, proprio gli avvocati che difendono i diritti dei lavoratori e quelli delle imprese datori di lavoro, rappresentano un baluardo contro le ingiustizie e contro le lesioni di diritti costituzionalmente tutelati».

Dopo i saluti del sindaco di Verona, Federico Sboarina, del presidente di Agi Veneto, Leonello Azzarini, del presidente del Tribunale di Verona, Antonella Magaraggia, del presidente della sezione lavoro della Corte d’Appello di Venezia, Luigi Perina, del consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Verona, Giuseppe Perini, e del consigliere del CNF, Ermanno Baldassarre, è stato il momento delle relazioni introduttive di Mariella Magnani e Vito Leccese, ordinari del Diritto del Lavoro presso, rispettivamente, l’Università di Pavia e l’Università di Bari.

In corso la tavola rotonda “Lavoro e impresa: tempi e luoghi da ritrovare” condotta dalla giornalista del Corriere della Sera Rita Querzè con il presidente di Confindustria Verona, Michele Bauli, il segretario generale Fim-Cisl Lombardia, Andrea Donegà, il vicepresidente di Assolombarda, Antonio Calabrò, il professor Mario Corso, ordinario di Ingegneria economico gestionale al Politecnico di Milano e responsabile scientifico dell’Osservatorio Smart Working. Sarà trasmessa una video-conversazione tra Luciano Floridi, professore ordinario di Filosofia ed Etica dell’informazione all’Università di Oxford, e Antonio Calabrò. Domani, sabato 5 ottobre, sono previste due tavole rotonde internazionali. Nella prima, “Non solo riders: lungo le strade della Gig economy”, discuteranno Marine Charpentier, Employment Counsel Ovest e Sud Europa di Uber; Román Gil, avvocato spagnolo; Jason Moyer-Lee, General Secretary of Iwgb, Independent Workers Union of Great Britain; Sheryn Omeri, avvocata inglese; Tania Scacchetti, segretaria confederale Cgil; Silvia Tozzoli, avvocata giuslavorista. Nella seconda, “Diritti sociali: un Pilastro per l’Europa”, a confronto Federica Saliola, Lead Economist alla World Bank, condirettrice del World Development Report 2019; Giuseppe Casale, direttore aggiunto del Centro internazionale di formazione dell’Oil, l’Organizzazione internazionale del Lavoro; Marco Cilento, Head of Institutional Policy di Etuc – European Trade Union Confederation. In collegamento Stefano Scarpetta, Director for Employment, Labour and Social Affairs dell’Ocse.

Iscriviti alla newsletter