arbitrato

Al via la prima giornata italiana dell’arbitrato

Oltre 200 professionisti, accademici e studiosi di diritto, provenienti da ogni angolo del mondo si sono riuniti il 9 giugno a Roma, in occasione della 1° Giornata Italiana dell’Arbitrato.

Arbitrato, leva per il business delle imprese

Maria Beatrice Deli, Giacomo Rojas Elgueta, soci fondatori di D|R Arbitration & Litigation, e Monique Sasson, of counsel, illustrano potenzialità ed evoluzione dell’istituto dell’arbitrato.

ArbLit vince al Tribunale Federale svizzero contro la Repubblica Ceca

Lo Studio ArbLit ha difeso con successo di fronte al Tribunale Federale svizzero un lodo arbitrale che ha ritenuto la Repubblica Ceca responsabile della violazione dell’obbligo di accordare Trattamento Giusto ed Equo contenuto nella Carta dell’Energia e in alcuni Trattati Bilaterali d’Investimento.

Il lodo nasce da un arbitrato in cui ArbLit ha assistito un gruppo di investitori ciprioti, olandesi e lussemburghesi che contestavano l’abrogazione retroattiva degli incentivi della Repubblica Ceca all’energia rinnovabile. Nel dicembre 2017, il Collegio Arbitrale – composto da Veijo Heiskanen, Gary Born and J. Christopher Thomas QC – ha unanimemente ritenuto una violazione dei trattati d’investimento la riforma ceca del fotovoltaico del 2010, e in particolare la cosiddetta “solar levy” applicata alle Feed-in-Tariffs.

Il Tribunale Federale svizzero ha respinto il ricorso in annullamento della Repubblica Ceca contro il lodo (fondato su motivi giurisdizionali) e ha condannato la Repubblica alle spese legali e del procedimento. La vittoria degli investitori apre le porte alla fase finale dell’arbitrato – nel frattempo sospeso – sulla quantificazione dei danni degli investitori.

In arbitrato e nel giudizio svizzero i soci Luca G. Radicati di Brozolo e Michele Sabatini hanno guidato il team di ArbLit composto dai senior associates Flavio Ponzano e Emilio Bettoni e dagli associates Vanessa Zanetti e Lucia Pontremoli.

 

Concluso il procedimento arbitrale tra Pensotti FCL e STC Power

Il procedimento arbitrale aveva ad oggetto la risoluzione di un contratto di appalto del valore di oltre 17 milioni di euro ed è stato amministrato da un collegio composto dall’Avv. Alessandro Albano, dello Studio Gnudi, come presidente nonché dal Prof. Avv. Massimo Franzoni e dall’Avv. Alberto Di Alberto, dello studio Morri Rossetti.

Pensotti FCL S.p.A. in fallimento, storica società operativa nel settore della costruzione di caldaie industriali – difesa da Marco Bergamaschi e Isabella Catalani dello studio Cornelli e Gabelli – aveva radicato un procedimento arbitrale contro STC Power S.r.l. – assistita dall’Avv. Riccardo Pinza dell’omonimo studio – società che svolge attività di progettazione e realizzazione di impianti che utilizzano fonti rinnovabili quali energia solare e biomasse.

Nel corso del procedimento arbitrale le parti, a seguito di una complessa attività istruttoria, hanno definito bonariamente il procedimento arbitrale pendente.

Iscriviti alla newsletter