Il presente e le sfide future legate al ruolo del General Counsel

In una fase storica caratterizzata da importanti e veloci cambiamenti è essenziale che le imprese prendano decisioni in maniera rapida e consapevole all’interno di un quadro normativo sempre più esteso, articolato ed in continua evoluzione.

In una fase storica caratterizzata da importanti e veloci cambiamenti è essenziale che le imprese prendano decisioni in maniera rapida e consapevole all’interno di un quadro normativo sempre più esteso, articolato ed in continua evoluzione.

In tale contesto, il General Counsel si trova ad affrontare sfide sempre più complesse e nuove responsabilità che richiedono non solo una profonda conoscenza delle norme e delle strategie di business ma anche dei nuovi trend di mercato, considerando e valutando i relativi rischi e opportunità. Per fare ciò, è imprescindibile creare sinergie e lavorare in collaborazione con le singole funzioni, il management e l’organo amministrativo contribuendo attivamente al pensiero strategico.

Tra le più attuali tematiche con le quali il General Counsel è chiamato a confrontarsi vi è l’evoluzione della disciplina in tema ESG (Environment, Social, Governance) che sta comportando una innegabile trasformazione dei paradigmi aziendali sul tema richiedendo, tra l’altro, modifiche organizzative ed elementi di disclosure sulle scelte di business. Inoltre, la nuova normativa comunitaria in consultazione (cd Retail Investment Package), potrebbe portare impatti potenzialmente rilevanti sia a livello del processo di approvazione dei prodotti che per quanto riguarda la disclosure relativa ai  prodotti di investimento assicurativi; a tal riguardo, come Area General Counsel, stiamo lavorando al fine di fornire proposte che permettano di evitare rilevanti conseguenze al settore finanziario e sull’accesso degli stessi consumatori ai prodotti di investimento assicurativi.

Le sfide attuali spingono le imprese altresì verso una crescente digitalizzazione che richiede un investimento continuo e una particolare attenzione alla disciplina regolamentare. I nuovi scenari tecnologici, che presuppongono competenze trasversali, vedono il General Counsel in prima linea nel comprendere, monitorare e tradurre le potenzialità di queste innovazioni, anche dal punto di vista normativo, individuandone vantaggi e svantaggi per poter poi scegliere quelli più adatti a supportare l’attività dell’impresa. Nelle trasformazioni in atto, l’intelligenza artificiale sta diventando una delle nuove materie di approfondimento e confronto per il General Counsel, non solo come oggetto di diritto ma in particolare per le sue applicazioni, opportunità e ricadute sulle organizzazioni aziendali e sul corretto bilanciamento tra lavoro umano e tecnologia.

Oggi i confini intorno alla figura del General Counsel si stanno sempre più ampliando e a chi ricopre questa funzione si richiede una sempre maggiore consapevolezza dell’universo fatto di persone, funzioni e attività in cui operano la società. Il General Counsel, quindi, oltre a garantire l’interpretazione e la conformità alle norme e ai nuovi panorami sociali e tecnologici, dovrà sempre più assumere, all’interno delle organizzazioni aziendali, un ruolo di leader nel cambiamento.

A cura di Avv. Cristina Rustignoli
Country General Counsel di Generali Italia

Leggi anche...

Le Fonti TOP 50 2023-2024

I più recenti

Decreto salva casa 2024: novità sulla sanatoria delle difformità parziali e variazioni essenziali

Sentenza della Cassazione n. 21006/2024: se il vicino di casa ti mette ansia è stalking

ls lexjus sinacta

Taglio compensi avvocato del 70%: ecco cosa dice la sentenza della Corte di Cassazione

Legittimo Impedimento: la commissione giustizia approva il DDL

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito legale.