Energy, le maggiori opportunità 2021 negli Emirati Arabi

Le maggiori opportunità 2021, nei settori energy e project finance, saranno negli Emirati Arabi Uniti. Un paese a tassazione zero e con una crescita verticale che va avanti da trent’anni. Ne è convinto Francesco Del Bene di Avocom, studio legale internazionale a fianco di investitori istituzionali e non per lo sviluppo di operazioni, oltre che negli Emirati Arabi, in paesi come Cina, Stati Uniti, Azerbaijan, Egitto, Iraq. Non solo, lo studio in Italia sta seguendo con particolare attenzione il mondo delle start up che, come tutti i comparti, sta attraversando le criticità legate al Covid.

In quali paesi intravedete le maggiori opportunità 2021 nei settori energy e project Finance e per quali tipologie di operazioni?
Riteniamo che un ruolo di primo piano lo svolgeranno, senza tema di smentita, gli Emirati Arabi Uniti che, in primis, posso beneficiare di un livello di sicurezza-paese fra i primi al mondo, frutto dei cospicui investimenti in tecnologie avanzate per assicurarle a sostegno di quello che viene reputato un paese rifugio per gli investitori da tutto il mondo, con tassazione zero. Una strategia adottata con una visione a lungo termine che ha consentito una crescita verticale e lo sviluppo del paese in un trentennio, con risultati inimmaginabili per qualsiasi altra nazione. Lo studio è attivo, con particolare riguardo, nei settori energy e project finance e sta facendo confluire risorse da investitori istituzionali, e non, in Cina, Stati Uniti, Azerbaijan, Egitto, Iraq e, in quest’ultimo caso, contribuendo attivamente al progetto governativo di ricostruzione del paese.

Il vostro studio sta seguendo, in Italia, anche lo sviluppo di start up innovative. Ritenete che per il 2021 ci siano margini di crescita per questo comparto?
La pandemia da Covid-19 che stiamo affrontando non solo ha messo in crisi i tradizionali modi di affrontare il mondo del lavoro ma ha avuto ripercussioni anche sull’intero ecosistema “start up”. Lo shock economico
ha reso più difficile per tutto il sistema innovativo reperire finanziamenti per sostenere la loro crescita in questo momento. Per reperire finanziamenti importanti, le start up innovative prendono sempre di più in considerazione altre possibilità per finanziare il proprio progetto; si rivolgono ai così detti “Friends & Family”, investono capitale proprio o si rivolgono a fondi di Venture, fondi Equity o Business Angels. La Tech Start-Up 3D.I.V.E S.r.l, assistita dal nostro studio, ideatrice e sviluppatrice di dispositivi di “ricostruzione” in aria tramite componenti tridimensionali di immagini e video, fa parte delle aziende innovative che ha attivato un piano strategico finanziario comprendente le varie opzioni finanziarie per sviluppare la fase essenziale di ricerca e sviluppo. Il nostro studio ha permesso a 3D.I.V.E di ottenere un protocollo finanziario concluso con l’investment company Citic Holding If Group per un valore complessivo di 3,6 milioni di euro a sostegno dei prodotti e servizi, delle tecnologie e delle concessioni di mercato legati all’internazionalizzazione della tech start up.

Scroll to top